Carenze di personale, al cimitero "non c'è anima viva": funerali vietati di pomeriggio

Impresari in rivolta per la delibera che dispone un solo impiegato reperibile per i sedici camposanti della città. Venerdì la protesta. Carmelo Messina: “Impensabile gestire questa situazione con le famiglie che hanno subito un lutto”

L'ingresso del cimitero di Messina

Ancora non è vietato morire, ma siamo sulla buona strada. Non sarà più possibile, infatti, fare funerali di pomeriggio a Messina perché negli uffici cimiteriali “non c’è anima viva”. Sembra una battuta, in realtà è la sintesi della delibera di giunta approvata il 21 maggio che ha fatto saltare i nervi agli impresari delle onoranze funebri.

Le ragioni? “Sarà difficile fornire un servizio adeguato alle famiglie che hanno subito un lutto – spiega Carmelo Messina, impresario di pompe funebri – perché ci costringono a rispettare orari incompatibili con le reali esigenze della cittadinanza. Chi lavora di mattina, come la maggior parte della gente, ma vuole andare ad un funerale, non potrà farlo più. Non è facile da spiegare a chi piange la morte di un amico o un parente. E’ un risvolto sociale importantissimo, che non è stato tenuto in nessuna considerazione dal provvedimento della giunta comunale”.

In realtà, la giunta mette nero su bianco le reperibilità in vari settori. Sui servizi cimiteriali un solo passaggio: di pomeriggio la reperibilità per i servizi di polizia mortuaria può essere garantita da una sola persona. Ma sono sedici i cimiteri suburbani, vale a dire di villaggio, oltre quello centrale, di Messina. Per cui, i conti, così come le conclusioni, sono presto fatte. Tanto che il direttore del Cimitero, Domenico Manna, ha dovuto fare un regolamento interno per gestire l’emergenza legata al personale.

“Ci è stato detto chiaramente – insiste Messina  - che non sarà più possibile mandare un addetto nel pomeriggio per aprire in caso di ricezione funerale. Ci sarà solo una persona, che non potrà servire tutti e sedici i cimiteri. E’ prevista una solo eccezione per il Gran Camposanto: il funerale pomeridiano si può fare a patto che la salma  arrivi al cimitero di via Catania entro le 17. Per riuscirci la cerimonia dovrebbe cominciare alle 14. E’ mai possibile? Soprattutto d’estate?”.

Insomma, gli impresari – che a Messina sono una cinquantina – non ci stanno e promettono battaglia. Venerdì mattina, al cimitero Monumentale, si ritroveranno in tanti per protestare e chiedere la revoca del provvedimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ospedale Papardo assume medici, ecco le figure ricercate

  • La moglie litiga per un parcheggio sotto casa e lui la difende accoltellando l'uomo, ai domiciliari un 81enne

  • Morte Provvidenza Grassi, maxi risarcimento ai familiari e condanne per tre funzionari del Cas

  • Commercianti al Vascone, ma con il reddito di cittadinanza in tasca: denunciati

  • Ioppolo in tribunale per l'omicidio dell'ex fidanzata rischia il linciaggio, quindici militari per fermare la rabbia

  • Un uomo sulla nave minaccia di buttarsi giù, ore di terrore alla Marittima

Torna su
MessinaToday è in caricamento