Santa Teresa Riva, l'Help Center nel nome di Felicia Impastato

Cerimonia di intitolazione sabato 9 novembre con il sindaco Danilo Lo Giudice e il presidente dell’associazione Penelope Giuseppe Bucalo

L'Help Center di Santa Teresa di Riva porterà il nome di uno dei simboli più croncreti dell'antimafia sociale. Sarà infatti intitolata a Felicia Bartolotta Impastato, la mamma di Peppino Impastato ucciso dalla mafia che avrebbe voluto infangarne anche la memoria attribuendo la morte ad un fallito attentato dello stesso Peppino, additato come un terrorista. 

Un affronto che segna la svolta nella vita di Felicia che deciderà in quei giorni di maggio del 1978 di esposrsi per la prima volta, di costituirsi parte civile costringendo ad inserire le parole mafia e omicidio nell'inchiesta sulla morte del figlio.

Sabato 9 novembre, alle 17, la cerimonia di intitolazione dell’Help Center a Felicia Bartolotta Impastato, renderà omaggio anche alla sua figura e consentirà di fare un bilancio sul centro frutto della co-progettazione promossa dal Comune di Santa Teresa di Riva e dall’associazione Penelope.

Il programma prevede gli interventi del sindaco, Danilo Lo Giudice, e del presidente dell’associazione Penelope, Giuseppe Bucalo; la proiezione di un breve video di presentazione di mamma Felicia  a cui faranno seguito i ricordi e le riflessioni di Luisa Impastato; la scopertura della targa commemorativa realizzata dall’artista Croma, con benedizione interetnica e interreligiosa (così come costume delle iniziative promosse dall’Help Center).

Antonella Casablanca, coordinatrice dell’Help Center, farà gli onori di casa.

Tutta la comunità è invitata a partecipare. A conclusione della cerimonia verrà offerto ai presenti un buffet etnico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage di Barcellona, salgono a cinque le vittime

  • Tragedia a Barcellona, esplode la fabbrica di giochi d'artificio: cinque morti e feriti gravi

  • “Se denunci ti stacco la testa e ci gioco a palla davanti ai carabinieri”, minacce e violenze nell'inchiesta per usura: altri tre indagati

  • Atm invia contestazione all'autista ripreso con il cellulare in mano, Uil: "Pronti ad assisterlo anche per violazione della privacy"

  • Brutto incidente stradale sulla Messina Palermo, uscita obbligatoria allo svincolo di San Filippo

  • Un boato che sembrava un terremoto, la testimonianza e il cordoglio: “Non si può morire di lavoro”

Torna su
MessinaToday è in caricamento