A Messina nasce la Stazione Zoologica

A Villa Pace un centro di aggregazione di ricercatori per la realizzazione di progetti di ricerca e un’opportunità formativa e professionale per gli studenti e i laureati in biologia marina dell’ateneo Peloritano

E’ stata siglata stamane dal rettore Salvatore Cuzzocrea, dal Delegato per le iniziative scientifiche a tutela dell’ambiente e del patrimonio marino, Nunziacarla Spanò, e da Teresa Romeo rappresentante della Stazione zoologica Anton Dhornn, presieduta dal professor  Roberto Danovaro, la consegna ufficiale dei locali per la concessione in comodato d’uso decennale delle palazzine B1 e B2 di Villa Pace. Grazie alla sigla, sarà operativo a Messina  un centro congiunto Università di Messina/Stazione Zoologica che sarà coordinato dalla profesoressa Spanò.

La sede di Messina della Stazione Zoologica costituirà un centro di aggregazione di ricercatori per la realizzazione di progetti di ricerca e un’opportunità formativa e professionale per gli studenti e i laureati in biologia marina dell’ateneo peloritano. L’ubicazione del centro congiunto Università di Messina/Stazione Zoologica all’interno delle strutture dell’Ateneo è in linea con la ventata di innovazione, inclusività e internazionalizzazione che sta muovendo i ricercatori di Messina e che sta finalmente coinvolgendo diversi corsi di Laurea che hanno già attuato o stanno proponendo modifiche dei piani didattici e dei contenuti per renderli più attuali, attrattivi e correlati col contesto territoriale.

La Stazione Zoologica, che attualmente è uno dei più importanti centri di ricerca in ambito ecologico e biologico marino al mondo, vanta oltre un secolo di studi e ricerche avanzate nell’ambito della biologia, dell’evoluzione degli organismi marini e delle biotecnologie marine. La meravigliosa sede di Villa Pace, unica per architettura e posizione fronte mare, rappresenta la localizzazione naturale e più congeniale per tutti i ricercatori che si vogliono interessare di scienze marine. Alla Stazione Zoologica possono infatti associarsi docenti universitari e ricercatori di vari enti accomunati da interessi di ricerca comuni in ambito oceanografico, biologico, ecologico e naturalistico marino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore in municipio, muore un assessore

  • Furto tra i tavoli del McDonald's, indaga la polizia

  • Maltempo, scatta l'allerta rossa: al Comune riunione per decidere sulla chiusura delle scuole

  • E' morta Silvana Grasso, il giudice di Corsi d'Oro e Gettonopoli

  • Movida, lo sfogo di una madre: "Quando mio figlio va a ballare ormai temo il peggio, chiedo aiuto alle forze dell'ordine"

  • Policlinico, anziana cade e sbatte violentemente la testa: oltre dieci ore in barella al Pronto soccorso prima degli esami

Torna su
MessinaToday è in caricamento