#UNMINUTODILIBRI

#UNMINUTODILIBRI

#unminutodi libri con “Il sentiero dei nidi di Ragno”, la Resistenza secondo Calvino

Un esempio di letteratura impegnata, che nelle intenzioni dell'autore era già una sfida: ai detrattori della Resistenza e al contempo ai suoi ciechi sostenitori. Contro la nuova retorica

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Italo Calvino scrive Il sentiero dei nidi di ragno per raccontare il clima generale di un'epoca, quella della Resistenza, ed è un esempio di letteratura impegnata. Che nelle intenzioni dell'autore era già una sfida: ai detrattori della Resistenza e al contempo ai suoi ciechi sostenitori. Contro l'incombenza di quella che Calvino stesso definì "una nuova retorica", un esperimento letterario che corrode la figura romantica del partigiano e proprio per questo la vivifica e la rende immortale, in quello che sarebbe diventato uno dei capolavori della letteratura neorealista italiana.

#UNMINUTODILIBRI

Un minuto di testi, interviste, novità e retroscena, dedicato agli scrittori siciliani e alle loro opere. Un format di Eliana Camaioni, scrittrice e blogger, che non ha il dono della sintesi e romanza pure la lista della spesa, ma che ha dedicato ai libri la sua vita. Una vita in vacanza, sotto il sole della Sicilia in cui è nata.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
MessinaToday è in caricamento