Beccato mentre abbandona mobili e infissi sul marciapiede, scatta la maxi multa

L'episodio è avvenuto a Fondo Lauritano. Una segnalazione anonima ha fatto intervenire i vigili urbani. L'uomo dovrà pagare una sanzione di 600 euro

Il servizio di rimozione degli ingombranti è gratuito, ma diversi messinesi preferiscono liberarsi di mobili o elettrodomestici gettandoli direttamente in strada.

Un'abitudine incivile e intollerabile che questa volta è costata cara a un cittadino di Fondo Lauritano. Protagonista un uomo che ieri sera ha pensato bene di lasciare sul marciapiede infissi e vari suppellettili. Ma qualcuno ha assistito alla scena e ha deciso di chiamare i vigili urbani.

In poco tempo è giunta sul posto una pattuglia che ha colto in flagrante l'incivile di turno che adesso dovrà pagare una multa di 600 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono invece riusciti a farla franca gli autori dell'ennesimo gesto incivile in via Freri. Nei pressi dell'incrocio con via Catania, ignoti hanno lasciato accanto ai cassonetti vari mobili e resti di infissi. A segnalarlo il presidente del terzo quartiere Lino Cucè. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Falcone a lutto, non ce l'ha fatta Luca Minato ferito dall'esplosione della bombola di gas

  • Patti, bimba di nove anni cade dalla bicicletta e batte la testa: in elisoccorso al Policlinico

  • Il lieto fine di Alessandro dopo l'incidente: "Pensavo di non poter più correre, ma ce l'ho fatta"

  • Il teatro messinese piange la morte di Donatella Venuti

  • Incidente nella notte sulla Palermo-Messina, muore una 51enne: cinque i feriti

  • Nubifragio all'alba si abbatte sulla provincia, paura sul torrente Spadafora

Torna su
MessinaToday è in caricamento