Aggressione in carcere, poliziotto penitenziario sfregiato al volto da un detenuto

La denuncia di Antonino Donato, dirigente del sindacato autonomo Sappe, sull'episodio accaduto al penitenziario di Barcellona. L'agente è ancora in osservazione. L'aggressore era da un mese in isolamento: aveva tagliato la pancia ad un soprintendente

Un poliziotto penitenziario è stato aggredito nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto, a Messina. A denunciarlo è Antonino Donato, dirigente del Sappe, il sindacato autonomo Polizia penitenziaria.

Un detenuto di nazionalità straniera di circa 35 anni del terzo reparto, da circa un mese in isolamento precauzionale, avrebbe sfregiato al volto con un oggetto contundente un assistente capo. Il poliziotto, immediatamente soccorso dal personale del 118, è stato condotto al pronto soccorso, dove gli sono stati applicati dei punti di sutura e dove si trova attualmente in osservazione in attesa di altri esami. Secondo quanto denunciato dal Sappe, il detenuto già in un altro istituto penitenziario avrebbe procurato a un sovrintendente ferite da taglio all'addome.

"A Barcellona, invece, si è reso responsabile anche di sequestro di persona e minaccia nei confronti di un educatore e minaccia nei confronti del personale di Polizia penitenziaria in più occasioni", dice Donato. Dal Sappe arriva "piena vicinanza e solidarietà al collega", che parla di "un episodio gravissimo". Il sindacato autonomo annuncia "provvedimenti forti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Innanzitutto l'interruzione di qualsiasi rapporto con l'amministrazione locale che sino adesso non ha saputo gestire determinate situazioni e si è mostrata insensibile alle continue segnalazioni provenienti da più parti - dice Donato -. Chiederemo direttamente l'intervento del prefetto e del capo del Dipartimento e cercheremo di organizzare dei presidi permanenti dinnanzi la struttura barcellonese". Per il segretario generale del Sappe Donato Capece "la situazione delle carceri siciliane è diventata insostenibile: poliziotti aggrediti, feriti, sequestrati, contusi, insultati e offesi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 113, muore un infermiere del Policlinico

  • Malore fatale per addetto alla sicurezza della Caronte-Tourist, storico Volontario della Misericordia

  • Cade da un ponteggio, muore operaio in un cantiere a Venetico

  • Sarà seppellito a Cinquefrondi Alessandro Aimola, il Volontariato messinese in Cattedrale

  • Fase 2, le regole da seguire su auto e moto per evitare multe

  • Niente più vocazioni, le Suore Figlie della Carità lasceranno Messina e il Collereale dopo 118 anni

Torna su
MessinaToday è in caricamento