Appalti scuole, protesta in prefettura

Il sindacato Sgb ha organizzato un sit-in all'esterno di Palazzo del Governo. Dal prossimo mese previsti esuberi e contratti part-time per chi resterà a lavoro

La protesta degli ausiliari delle scuole

Anche a Messina come a Palermo gli ausiliari della scuola in protesta. All'ingresso della prefettura il sindacato Sgb ha manifestato questa mattina per sollecitare salari dignitosi e contratti certi per il personale delle cooperative in appalto. Vincenzo Capomolla della Sgb ha sottolineato come anche lo Stato e non solo i privati voglia "sfruttare" il lavoro di questi addetti. Tra l'altro sono migliaia gli esuberi previsti nei prossimi giorni visto che molti servizi saranno gestiti direttamente dalle scuole. Dal primo marzo è previsto il licenziamento e la disoccupazione per migliaia di lavoratori privati in tutta Italia, la procedura prevede migliaia di assunzioni part-time: oltre la metà dei posti con contratti per sole 18 ore settimanali e stipendi tagliati del 50%. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un caso a Messina ma non è il ceppo "cinese": "Nessun allarme"

  • Coronavirus, due cittadini di Lodi in tribunale: intervengono infermieri in tuta e mascherine

  • L’appello di una donna catanese: “Cerco una bimba ricoverata al Piemonte più di 50 anni fa, fu il mio angelo"

  • Coronavirus, ordinanza di chiusura scuole modificata: prorogato lo stop alle lezioni

  • Coronavirus, risoluzione anticipata del contratto per l'infermiere del video al Policlinico

  • Addio a Eliana Giorli, la staffetta partigiana che a Milazzo guidò le lotte comuniste accanto al marito

Torna su
MessinaToday è in caricamento