Dovevano restare in casa per gli arresti domiciliari e per il Covid 19, sorpresi in giro dai carabinieri

Sono state arrestate due persone trovate in strada in violazione dei provvedimenti cautelari, non hanno rispettato anche le misure di prevenzione dal coronavirus. Un 33enne ha pubblicato i video su facebook

I carabinieri della Compagnia Messina Sud

Ancora violazioni alle misure anticovid. Ma escono dalla propria abitazione anche coloro che sono sottoposti a provvedimenti cautelari in casa. I carabinieri della Compagnia di Messina Sud hanno arrestato due persone già note alle forze dell’ordine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un 50enne, pregiudicato messinese. già sottoposto alla detenzione domiciliare, è stato sorpreso dai militari mentre, senza alcuna
autorizzazione, si intratteneva all’interno di una rivendita di tabacchi a Bordonaro Superiore. Nella circostanza i militari lo hanno anche denunciato per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità a seguito del mancato rispetto delle prescrizioni emanate con i decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8, 9, 11 e 22 marzo in materia di contenimento dell’emergenza sanitaria per contrastare la diffusione del virus Covid-19. In esecuzione di un ordine di carcerazione, emesso dalla Sezione penale della Corte di Appello di Messina, i Carabinieri della Stazione di Giampilieri hanno arrestato un 33enne, pregiudicato messinese. Nel corso degli ultimi mesi, i militari dell’Arma hanno accertato e segnalato all’Autorità Giudiziaria come l’uomo, già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, si fosse reso responsabile di alcune violazioni alle prescrizioni imposte dalla misura cautelare, allontanandosi più di una volta dalla propria abitazione,
immortalando le trasgressioni commesse con il suo smartphone e pubblicando successivamente i video sul suo profilo del social network Facebook. La misura cautelare degli arresti domiciliari è stata sostituita con quella più afflittiva della custodia in carcere, l’uomo è stato
arrestato dai Carabinieri e trasferito alla Casa Circondariale di Gazzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denuncia per vilipendio al sindaco, lettera di un giovane messinese: “Ho paura anche io, ma De Luca esagera”

  • Spara in una tabaccheria al rione Provinciale, ferisce una donna e poi si uccide

  • Ancora file e caos sui traghetti Messina-Calabria, l'ira di Musumeci: "Pretendo maggiori controlli e il rispetto del decreto"

  • Il capo della polizia ferma De Luca: "Vietato l'uso dei droni"

  • I colpi di spranga alla moglie, la richiesta di un gratta&vinci e poi gli spari al tabacchino: cronaca di una mattinata di follia

  • Coronavirus, 50mila mascherine dalla Cina a Merì: il grande gesto di solidarietà in onore del maestro Chinnici

Torna su
MessinaToday è in caricamento