Sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno, scattano gli arresti

Cosimo Alvaro, dovrà espiare un residuo pena di tre anni dopo la sentenza della Corte di Appello di Reggio Calabria per i reati di turbata libertà degli incanti ed estorsione

E' statao arrestato ieri dai poliziotti della Squadra Mobile, Cosimo Alvaro, originario di Sinopoli (Rc), 55 anni, pregiudicato, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Messina.

L’uomo, destinatario del provvedimento emesso l’11 settembre scorso dalla Procura Generale presso la Corte di Appello di Reggio Calabria, dovrà espiare un residuo pena di anni 3, mesi 1 e giorni 25 di reclusione, poiché ritenuto colpevole dei reati di turbata libertà degli incanti ed estorsione. Reati commessi tra la fine del 2007 e i primi mesi del 2008 a Reggio Calabria.

L’arrestato è stato trasferito presso la locale casa circondariale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anziana picchiata, derubata e violentata: fermati due minori da “Arancia meccanica”

  • Fiamme alla Raffineria di Milazzo, torna la paura

  • Clan di Giostra senza regole, la moglie del boss al figlio: "L'hai fatta grossa, vattene via da Messina"

  • Un detenuto si suicida e un agente rischia di morire strangolato, l'inferno dell'Ottavo reparto all'ex Opg

  • In bagno con i topi, è guerra sulla sicurezza al consorzio autostrade dopo la multa a Minaldi

  • Pronto soccorso per i disturbi della psiche, arriva uno sportello h24

Torna su
MessinaToday è in caricamento