Rapina, lesioni e minacce a un minore: dall'obbligo di dimora al carcere per un 19enne

Simone Italiano era stato sottoposto alla misura cautelare l'8 gennaio. I poliziotti di Milazzo lo hanno sorpreso in auto con altri due fuori dal Comune

Aveva l'obbligo di dimora a Barcellona Pozzo di Gotto perché ritenuto responsabile dei reati di rapina, lesioni personali e minacce ai danni di un minore, in concorso con altri quattro soggetti ma lo hanno sorpeso in auto fuori dal comune.

Rapina, lesioni e minacce a un minore: cinque misure cautelari

E' stato dunque trasferito in carcere Simone Italiano, 19 anni, messinese lo scorso 8 gennaio sottoposto alla misura cautelare. Il giovane, qualche giorno fa, in orario notturno, è stato sorpreso, da una pattuglia dei Carabinieri di Milazzo, fuori dal Comune di Barcellona. Si trovava a bordo di un’autovettura, in compagnia di altri due soggetti, nella totale inosservanza della misura impostagli. Pertanto, il Gip  presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto ha emesso nei suoi confronti una nuova ordinanza, questa volta di aggravamento della misura cautelare, disponendo il suo trasferimento in carcere. Il provvedimento è stato eseguito dai poliziotti del Commissariato di Milazzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scompare all'uscita di scuola, ore di ansia per un 13enne

  • Ritrovato dopo sei ore il 13enne scomparso

  • Incidente stradale davanti al tribunale, avvocato travolto sulle strisce pedonali

  • Arsenale della 'ndrangheta nei fondali, maxi ritrovamento dei carabinieri subacquei di Messina

  • Operazione Nebrodi, così l'elenco di tutti gli arrestati e delle ditte sequestrate

  • L'ospedale Papardo assume medici, ecco le figure ricercate

Torna su
MessinaToday è in caricamento