Scarichi fognari e bestie senza contrassegno, sigilli e maxi multe per due aziende di Cesarò

I controlli dei carabinieri insieme al nucleo speciale del Nipaaf in due strutture zootecniche. Denunciati i titolari per violazioni amministrative e sottoposti a sequestro di 48 capi di bestiame

Animali senza contrassegni e marchio auricolare e gestione illecita di rifiuti. Nei guai due aziende zootecniche nel comune di Cesarò sottoposte ieri mattina, nell’ambito di specifici servizi volti al contrasto degli illeciti in materia ambientale e sanitaria, ai controlli dei militari di Cesarò insieme ai carabinieri del “N.I.P.A.A.F.”, il nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale con sede a Catania.

Nel corso dei controlli i carabinieri hanno accertato che all’interno delle stalle erano presenti delle condotte di scarico delle acque prive delle necessarie autorizzazioni ed inoltre hanno verificato la presenza di animali sprovvisti di contrassegni identificativi. Pertanto, con l’intervento di personale veterinario dell’Asp di Taormina, hanno proceduto al sequestro sanitario cautelativo di 45 suini e 3 equini, presenti all’interno delle aziende, poiché privi di marchio auricolare e bolo identificativo.

Al termine degli accertamenti i carabinieri hanno deferito all’autorità giudiziaria una trentenne ed un sessantenne, titolari delle aziende agricole, per l’ipotesi di reato di scarico non autorizzato di acque reflue e gestione illecita di rifiuti liquidi procedendo al sequestro penale delle condotte di scarico abusive ed inoltre hanno contestato violazioni amministrative per un importo complessivo di quasi 23 mila euro, sottoponendo a sequestro sanitario le due aziende.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scompare all'uscita di scuola, ore di ansia per un 13enne

  • Ritrovato dopo sei ore il 13enne scomparso

  • Tragedia a Minissale, donna muore in strada per un malore

  • Incidente stradale davanti al tribunale, avvocato travolto sulle strisce pedonali

  • Arsenale della 'ndrangheta nei fondali, maxi ritrovamento dei carabinieri subacquei di Messina

  • Operazione Nebrodi, così l'elenco di tutti gli arrestati e delle ditte sequestrate

Torna su
MessinaToday è in caricamento