Milazzo, abuso d'ufficio e stalking: condannato un appuntato dei carabinieri

Due anni e due mesi, oltre il risarcimento danni alla vittima. La sentenza con rito abbreviato del tribunale di Barcellona

Il tribunale di Barcellona

L' appuntato dei carabinieri Francesco Moschino, 40 anni,  in servizio al nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Milazzo, processato con rito abbreviato è stato condannato a due anni e due mesi poichè riconosciuto colpevole dei reati di abuso d'ufficio e stalking.

I reati commessi, con la continuazione tra di essi, nei confronti di una donna con la quale lo stesso carabiniere aveva intrattenuto una relazione.

Moschino è stato condannato inoltre al risarcimento dei danni subiti dalla vittima.

Il carabiniere, arrestato a novembre scorso e poicon obbligo di dimora al Comune di Catania, è stato assolto invece dall'accusa di estorsione aggravata nei confronti della donna, una imprenditrice di Milazzo. 

Secondo l'accusa, il militare aveva ottenuto vari prestiti dalla donna e le avrebbe chiesto di sottoscrivere a suo nome una polizza assicurativa. Con pressioni e minacce l'avrebbe poi costretta a desistere dalla restituzione.

Questi ultimi fatti però non sono stati riconosciuti dal giudice. Per la condanna del tribunale di Barcellona, Moschino, ricorrerà in appello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un caso a Messina ma non è il ceppo "cinese": "Nessun allarme"

  • Da alcuni giorni non si avevano più sue notizie, anziana trovata cadavere in via del Carmine

  • Coronavirus, due cittadini di Lodi in tribunale: intervengono infermieri in tuta e mascherine

  • L’appello di una donna catanese: “Cerco una bimba ricoverata al Piemonte più di 50 anni fa, fu il mio angelo"

  • Coronavirus, risoluzione anticipata del contratto per l'infermiere del video al Policlinico

  • Addio a Eliana Giorli, la staffetta partigiana che a Milazzo guidò le lotte comuniste accanto al marito

Torna su
MessinaToday è in caricamento