Falsi incidenti per truffare le assicurazioni, 23 condanne in appello

Gli sviluppi dell'operazione "Tris" scattata nel 2011. Scoperta una banda che organizzava falsi incidenti per truffare le assicurazioni. Indagini condotte da polizia municipale e carabinieri

Sono 23 le condanne in corte d'appello per i coinvolti nell'operazione di carabinieri e polizia municipale denominata "Tris". L'inchiesta è partita nel 2011 e ha permesso di sgominare una banda che organizzava falsi incidenti stradali con lo scopo di truffare le assicurazioni.

Le indagini, iniziate da un episodio accaduto nel 2010, hanno fatto luce su ben quaranta sinistri simulati. Un risultato raggiunto grazie all'attento lavoro della sezione Infortunistica della polizia municipale insieme ai militari dell'arma. 

Ieri sera i giudici hanno confermato la condanna in primo grado per 15 persone. Si tratta di: Stefano Ingegnere, Antonio Pesco, Saghir Mouhoub, Said Mouhoub, Tindaro Nicola Basile, Giovanni Ferrara, Antonino Cucinotta, Sebastiano Visalli, Vittorio Contiguglia, Giacomo Lo Surdo, Lorenzo Donato, Angelo Scopelliti, Pasquale Di Stefano, Arcangelo Settimo e Salvatore Russo. 

Mentre sono state decretate lievi riduzioni di pena, per la prescrizione solo di alcuni capi d'imputazione, per Gaetano Molino, pena finale 7 anni e 9 mesi di reclusione; Antonina Lui, 4 anni e 5 mesi; Carmelo Muscolino, 3 anni e 2 mesi; Adriano D'Angelo, 3 anni e 9 mesi; Mauro D'Angelo, 3 anni e 9 mesi; Maria Concetta Totaro, 2 anni e 10 mesi; Elisa Di Lauro, 2 anni e 11 mesi; Giovanni Muscolino, 2 anni e 7 mesi.

Risultano invece prescritti i reati per Umberto Di Blasi, Francesco Bonazinga, Ahmed Mouhoub, Giuseppa D’Angelo, Nicola Girasella, Carmela Alaimo, Antonino Celona, Giuseppe Gangemi.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anziana picchiata, derubata e violentata: fermati due minori da “Arancia meccanica”

  • Fiamme alla Raffineria di Milazzo, torna la paura

  • Clan di Giostra senza regole, la moglie del boss al figlio: "L'hai fatta grossa, vattene via da Messina"

  • Un detenuto si suicida e un agente rischia di morire strangolato, l'inferno dell'Ottavo reparto all'ex Opg

  • In bagno con i topi, è guerra sulla sicurezza al consorzio autostrade dopo la multa a Minaldi

  • Pronto soccorso per i disturbi della psiche, arriva uno sportello h24

Torna su
MessinaToday è in caricamento