In nove in una sala giochi improvvisata con carte, birra e snack: denunciati dai carabinieri

La comitiva è stata sorpresa dai militari riunita intorno ad un tavolo senza rispettare le misure di sicurezza anti-coronavirus. Denunce anche per tre ragazzi a bordo di una vettura senza validi motivi. Uno di loro trovato in possesso di marijuana

Avevano allestito un vero e proprio circolo ricreativo all'interno di un garage con tanto di birre, snack e carte da gioco. Ma i rumori e le luci che filtravano dalla saracinesca hanno insospettito i carabinieri di Giostra che ieri sera hanno fatto scattare il blitz.

I militari hanno così sorpreso nove messinesi, già noti alle forze dell'ordine, all'interno dell'improvvisata sala giochi. Stavano giocando a carte seduti attorno ad un tavolo senza il minimo rispetto delle misure di distanziamento sociale previsti dal decreto governativo.

Lo scorso 22 marzo, invece, i carabinieri hanno denunciato in stato di libertà un 31enne tunisino, già sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, per i reati di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti ed inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità. L’uomo, poco prima, era sfuggito al controllo da parte dei militari lungo la via dei Mille mentre era in compagnia di un giovane marocchino, a sua volta deferito per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità ed è stato bloccato, dopo un breve inseguimento, dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile all’incrocio tra la via Cannizzaro e la via Ugo Bassi.

Sottoposto a perquisizione personale è stato trovato in possesso di quasi 25 grammi di marjuana suddivisa in dosi.

Lo stesso giorno i carabinieri hanno inoltre bloccato tre giovani messinesi (tra cui un minorenne), già noti alle forze dell'ordine, fermati a Contesse a bordo di un'autovettura. 

I tre hanno dichiarato di essere andati ad acquistare delle sigarette, ma il conducente dell’auto, era in evidente stato di alterazione psicofisica ed ha rifiutato di sottoporsi all’accertamento sanitario per verificare se avesse assunto sostanze stupefacenti. Sottoposto a perquisizione personale, il ragazzo  è stato trovato in possesso di circa mezzo grammo di marjuana. Pertanto, oltre al reato di inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità è stato deferito anche per guida in stato di alterazione per uso di sostanza stupefacenti, e segnalato alla prefettura per la detenzione di stupefacenti per uso personale.

I controlli sono proseguiti anche in provincia.

A Sant’Agata Militello, lo scorso 23 mazo , i carabinieri  hanno denunciato 3 persone alla procura di Patti.

Due uomini, già noti alle forze dell’ordine, sono stati sorpresi nel centro cittadino mentre stavano giocando a carte utilizzando un tavolino prelevato all’esterno di un bar chiuso. Il terzo denunciato è un 30enne, sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno, che è stato trovato all’esterno della propria abitazione senza giustificato motivo.

L’uomo dovrà rispondere anche del reato di violazione alle prescrizioni imposte con la misura di prevenzione cui è sottoposto.

A Villafranca Tirrena i carabinieri invece hanno denunciato alla  procura due uomini, controllati a bordo della stessa autovettura, che non hanno fornito giustificato motivo della loro presenza nel comune diverso da quello di residenza. Inoltre, a seguito degli accertamenti compiuti sulle autocertificazioni prodotte dai due uomini, i militari dell’Arma hanno verificato che uno dei due aveva attestato falsamente di domiciliare in un comune di diverso da quello di effettivo domicilio.

Pertanto, oltre che per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità l’uomo è stato deferito anche per il reato di false attestazioni o dichiarazione ad un pubblico ufficiale sulla propria identità; 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denuncia per vilipendio al sindaco, lettera di un giovane messinese: “Ho paura anche io, ma De Luca esagera”

  • Spara in una tabaccheria al rione Provinciale, ferisce una donna e poi si uccide

  • Ancora file e caos sui traghetti Messina-Calabria, l'ira di Musumeci: "Pretendo maggiori controlli e il rispetto del decreto"

  • Il capo della polizia ferma De Luca: "Vietato l'uso dei droni"

  • I colpi di spranga alla moglie, la richiesta di un gratta&vinci e poi gli spari al tabacchino: cronaca di una mattinata di follia

  • Coronavirus, 50mila mascherine dalla Cina a Merì: il grande gesto di solidarietà in onore del maestro Chinnici

Torna su
MessinaToday è in caricamento