Caro Natale, tendone delle polemiche a Piazza Cairoli: il sindaco chiede scusa

Troppo alto il costo di 5 euro a persona per “accendere” le luci e una struttura degna di un cantiere. La città in rivolta sui social costringe il sindaco a prendere posizione. L'incontro con gli imprenditori e la svolta: tendone rimosso e prezzo abbattuto

Arrivano le scuse del sindaco di Messina, Cateno De Luca, dopo la pioggia di polemiche per la “cafonata indescrivibile” - è la parola più gentile che si legge su migliaia di social - di un tendone da cantiere dove per entrare e assister a un gioco di luci occorre pagare cinque euro, bambini compresi.

Critiche feroci, dopo la festa dell'accensione dell'albero, che hanno fatto indignare soprattutto perchè tanto si è parlato in questi giorni di “imprenditori” che hanno investito per il Natale in città.

Il sentire comune è invece che nessuno - o quasi - si sente di dire grazie a chi propone come chi mette mano al portafogli ma dall'altra continua a prendere dai cittadini. “Una bella sorpresa dopo l'incredibile aumento delle tariffe Atm - scrive il consigliere Andrea Argento - Proprio un bel Natale ci hanno regalato”.

A sollevare la questione anche il consigliere Salvatore Sorbello che ha chiesto al sindaco di valutare la possibilità di far procedere alla rimozione del telone posto a perimetro del giardino delle luci installato a Piazza Cairoli ed all'adeguamento del prezzo d'ingresso, affinché sia reso congruo ed accessibile a tutte le famiglie messinesi.

Detto, fatto. “Mi assumo tutta la responsabilità dell’accaduto”, si legge in un post del sindaco che ha già incontrato a piazza Cairoli i rappresentanti di Messinaincentro per risolvere la questione.

In diretta facebook De Luca ha spiegato che il biglietto non era stata “rappresentato”. “L'organizzazione degli eventi - ha detto il sindaco - è stata promossa da Messinaincentro che ha proposto un progetto complessivo. Alcune parti della piazza sono utilizzate per attività commerciale finalizzata al finanziamento delle spese generali dell'organizzazione. Ieri abbiamo visto la festa dell'accensione e nel giro di quattro cinque giorni tutto il progetto sarà completato. Il comune non sta investendo un euro, si occupa solo dei servizi e degli aspetti che riguardano la sicurezza e l'ordine pubblico. In ogni caso, io sono il sindaco e qualunque cosa succede in città, io sono responsabile. Ed effettivamente abbiamo riscontrato delle anomalie, alcune cose come questa mi crea imbarazzo perchè non avevavano alcuna autorizzazione”.

L'alternativa era fare una ordinanza e intimare di smontare tutto o togliere il telone e far vedere a tutti cosa c'è dentro risolvendo il problema estetico e abbattendo il costo almeno del 50 per cento. Quest'ultima ipotesi è quella poi realizzata. Adesso il ticket è stato abbassato a 2 euro e 50 e il tendone sarà eliminato in nottata.

Nonostante le polemiche, entra comunque nel vivo il clima natalizio in città. Stamattina, per la festa dell'Immacolata, omaggio floreale e messa al Duomo e l'inaugurazione del presepe storico in piazza Immacolata di Marmo organizzato dalla Concommercio. Il sindaco ha voluto anticipare anche il brindisi di fine anno e una serie di altre iniziative non ecsludendo cambiamenti importanti e novità prima del 31 dicembre, giorno in cui alle 19.30 terrà il suo discorso di fine anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scompare all'uscita di scuola, ore di ansia per un 13enne

  • Ritrovato dopo sei ore il 13enne scomparso

  • Arsenale della 'ndrangheta nei fondali, maxi ritrovamento dei carabinieri subacquei di Messina

  • L'ospedale Papardo assume medici, ecco le figure ricercate

  • La moglie litiga per un parcheggio sotto casa e lui la difende accoltellando l'uomo, ai domiciliari un 81enne

  • Stabilizzazione vertebrale, primo intervento chirurgico in Italia con tecnica innovativa

Torna su
MessinaToday è in caricamento