Emergenza alla casa di cura, l'assessore Razza manda un Covid Team grazie a Sisifo

Il presidente del Consorzio, Mimmo Arena, ha dato disponibilità ad affrontare la situazione inviando un gruppo di operatori sanitari del consorzio stesso. L'iniziativa in virtù dell'accordo siglato fra la Regione e strutture sanitarie private. La disponibilità de La Cascina per i pasti

L'assessore Ruggero Razza

Sarebbero già entrati alcuni medici per dare soccorso nella casa di cura di via Primo settembre “Come d’Incanto”, dove nei giorni scorsi si é registrato un focolaio di coronaviru e quasi tutti fra pazienti e ricoverati sono risultati positivi al Coronaviurs.

L'azienda ospedaliera Policlinico di Messina comunica che, su sollecitazione dell’assessore regionale per la Salute Ruggero Razza, ha attivato un Covid Team per affrontare l’emergenza venutasi a creare presso la casa di riposo “Come d’Incanto”, dove nei giorni scorsi si é registrato un focolaio di coronavirus.

Il direttore Generale, Giuseppe Laganga, confrontatosi con la direttrice della struttura, in virtù dei protocolli d’intesa siglati tra la Regione Siciliana e le strutture sanitarie private e ottenuta la disponibilità del dottore Mimmo Arena, presidente del Consorzio Sisifo, ha inviato presso la casa di riposo un gruppo di operatori sanitari del consorzio stesso.

L’obiettivo è quello di verificare lo stato di salute degli ospiti e approntare immediatamente gli interventi necessari. Il gruppo agisce in coordinamento con il Policlinico e con l’Asp. In tal modo, inoltre, verrà fornito un necessario supporto al personale che fino a oggi ha operato nella struttura. Inoltre, sono stati completati da parte dell’Asp i tamponi su tutti i pazienti e il personale della struttura.

Nel frattempo alcuni volontari hanno risposto all'appello del sindaco su facebook preoccupato per l'uscita di alcuni dipendenti della strtutra e le condizioni degli anziani.

I parti messi a disposizione da La Cascina

Anche La Cascina Global Service si è fatta avanti per fornire i pasti ai trenta anziani rimasti soli nella casa di riposo “Come d’incanto” dopo i casi di coronavirus accertati tra il personale. La società del Gruppo La Cascina ha accolto così l’appello lanciato dal sindaco Cateno De Luca attraverso i social e si impegna a garantire tre pasti al giorno – colazione, pranzo e cena – per tutti gli ospiti rimasti ancora all’interno della struttura. Un impegno che si protrarrà fino a quando la casa di riposo non sarà evacuata e sanificata.

Nel pieno rispetto delle linee ministeriali e delle particolari diete alimentari, saranno sempre servite pietanze salutari e genuine. A preparare i pasti sarà il personale de La Cascina Global Service: dal centro cottura saranno inviati agli anziani in monoporzione, perfettamente sigillati così da garantirne la sicurezza alimentare. Una volta consumato il pasto, l’involucro sarà smaltito secondo rigide procedure per evitare il pericolo di una contaminazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

articolo aggiornato il 25 marzo alle 17.40 // aggiunto comunicato La Cascina

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denuncia per vilipendio al sindaco, lettera di un giovane messinese: “Ho paura anche io, ma De Luca esagera”

  • Spara in una tabaccheria al rione Provinciale, ferisce una donna e poi si uccide

  • Ancora file e caos sui traghetti Messina-Calabria, l'ira di Musumeci: "Pretendo maggiori controlli e il rispetto del decreto"

  • Il capo della polizia ferma De Luca: "Vietato l'uso dei droni"

  • I colpi di spranga alla moglie, la richiesta di un gratta&vinci e poi gli spari al tabacchino: cronaca di una mattinata di follia

  • Coronavirus, 50mila mascherine dalla Cina a Merì: il grande gesto di solidarietà in onore del maestro Chinnici

Torna su
MessinaToday è in caricamento