Falò di Ferragosto a Tremestieri, resistenza a pubblico ufficiale e incendio doloso: due arresti

Si tratta di Domenico e Giosuè Barbuscia di 38 e 22 anni. Sono ai domiciliari in attesa del rito per direttissimo

Con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale e incendio doloso la Polizia ha arrestato a Messina un 38enne e un 20enne, Domenico e Giosuè Barbuscia. La notte di Ferragosto, durante un servizio mirato a verificare il rispetto dell'ordinanza sindacale che dispone il divieto di accensione di falò in spiaggia, vigili urbani e polizia metropolitana hanno scoperto una grande quantità di legname accatastato sui massi frangiflutti nella zona di Tremestieri.

Quando hanno avviato le operazioni per la rimozione del materiale alcuni cittadini hanno iniziato a insultarli, minacciando di appiccare il fuoco al legname. Immediatamente è stato chiesto l'intervento della Polizia, che ha fatto scattare le manette ai polsi del 38enne e del 20enne. Entrambi sono stati posti ai domiciliari in attesa del rito direttissimo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paura a Nizza di Sicilia: tentano di rapire una bimba, messi in fuga dalle urla della nonna

  • La salma di Giuseppe Sorrenti in viaggio, lunedì i funerali alla Chiesa San Francesco di Paola

  • Autista vince il concorso ma l'Atm gli nega il contratto, il giudice del lavoro: “Subito l'assunzione”

  • Valzer di parroci e nuove nomine nei santuari di Messina e provincia

  • Pari opportunità, completato il comitato dell'Ordine degli avvocati: Cettina Miasi presidente

  • Lo scrittore antimafia Antonio Mazzeo dice sì alla bella Eleonora

Torna su
MessinaToday è in caricamento