L'ultimo giorno del generale Luigi Robusto: "Ricorderò per sempre lo splendore di Messina"

L'addio alla città del comandante Comando interregionale carabinieri Culqualber. L'ultima parte di una carriera lunga 50 anni vissuta tra Sicilia e Calabria. "Sarei potuto andare via prima, ma ho deciso di restare qui fino all'ultimo"

Non ha nascosto la commozione il generale Luigi Robusto, comandante del Comando interregionale carabinieri Culqualber, oggi al suo ultimo giorno di servizio.

Robusto si appresta a lasciare la città dopo un'intensa attività al controllo di due regioni complesse come Sicilia e Calabria nelle quali operano 14mila militari. L'ultimo atto di una carriera lunga 50 anni al servizio dello Stato.

"A Messina - ha raccontato Robusto - ho vissuto la mia prima esperienza da generale. Sono arrivato da uomo libero e me ne vado da uomo libero con lo stesso entusiasmo di quando ho iniziato".

Nella caserma Bonsignore Robusto ha salutato la stampa con cui ha sempre mantenuto un rapporto serio e professionale, incentrato alla collaborazione.

Con Messina un rapporto particolare. "E' una delle città più belle tra tutte quelle che ho frequentato. Qui ci sono gli elementi per vivere una vita migliore, ma a volte un po' il costume tipico del sud può fare del male. A volte è triste vedere il disinterese e le istituzioni intervengono dopo. Inutile dare la mano a una persona già caduta".

Robusto ha poi riflettuto sul ruolo dei Cacciatori. "Si tratta di un reparto fondamentale - ha spiegato - soprattutto in una regione come la Calabria. In Sicilia invece sarebbe meglio utilizzare le squadriglie, specialmente in territori complessi come i Nebrodi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scompare all'uscita di scuola, ore di ansia per un 13enne

  • Ritrovato dopo sei ore il 13enne scomparso

  • Arsenale della 'ndrangheta nei fondali, maxi ritrovamento dei carabinieri subacquei di Messina

  • L'ospedale Papardo assume medici, ecco le figure ricercate

  • La moglie litiga per un parcheggio sotto casa e lui la difende accoltellando l'uomo, ai domiciliari un 81enne

  • Stabilizzazione vertebrale, primo intervento chirurgico in Italia con tecnica innovativa

Torna su
MessinaToday è in caricamento