Auguri di Natale, il Generale Nistri in visita alla caserma Bonsignore

Il comandante dell'Arma dei carabinieri ha fatto tappa nel pomeriggio alla sede del comando interregionale Culqualber

Il Comandante Generale Giovanni Nistri e il Generale Luigi Robusto

Oggi pomeriggio il Comandante Generale dell’Arma dei carabinieri Giovanni Nistri ha visitato la sede del Comando Interregionale “Culqualber” per lo scambio di auguri in occasione delle prossime festività di fine anno. Al suo arrivo nella storica caserma “Bonsignore”, il Generale è stato ricevuto dal Generale di Corpo d’Armata Luigi Robusto, Comandante Interregionale e, successivamente, ha incontrato i comandanti ed una rappresentanza dei Comandi Legione Calabria e Sicilia, del Comando Regione Forestale Calabria e dei Reparti Addestrativi, Mobili e Specializzati delle due regioni, nonché i delegati della Rappresentanza militare, i cappellani militari ed il personale in congedo dell’Associazione Nazionale Carabinieri. 

 Robusto, nel cortile della Caserma “Bonsignore”, ha accolto il Comandante Generale evidenziando i sentimenti ed i valori profondamente sentiti e condivisi dai militari di tutto il Comando Interregionale e rappresentati dall’Albero di Natale donato dai Carabinieri Forestali di Calabria, allestito con decorazioni donate dai 700 Comandi della Sicilia e dalla Calabria. Questi valori, fondati sull’umanità e sulla verità, animano ogni Carabiniere e consolidano il suo rapporto privilegiato con i cittadini. Ed è proprio nel valore della “fede” che ciascun Carabiniere trova quotidianamente la motivazione che, nel tutelare le leggi e le Istituzioni, sia sempre tesa ad aiutare i più deboli. 
Il Comandante Generale, dopo aver preso la parola e ringraziato tutti i militari presenti per gli eccellenti risultati giornalmente conseguiti nella lotta alla criminalità ed alla mafia e nel soccorso ed aiuto alla gente più bisognosa, ha posto l’accento sui valori propri degli uomini dell’Arma che, tutti i giorni, sul territorio, contribuiscono – silenziosamente – a fare più importante e prestigiosa l’Istituzione e la Patria, impegnandosi nella quotidiana azione di contrasto ad ogni forma di criminalità, ma anche garantendo il sostegno e la vicinanza alle popolazioni, peculiarità dell’Arma da sempre riconosciuta anche dagli organi internazionali (ONU, UE), nelle operazioni di peace-keeping all’estero.

Nistri ha proceduto alla consegna di sette encomi solenni a militari delle Legioni di “Calabria” e “Sicilia” che si sono particolarmente distinti per importanti interventi in favore della popolazione ed attraverso loro ha, simbolicamente, premiato tutti i militari del Comando Interregionale, evidenziando come queste ricompense rappresentino come la vicinanza e la salvaguardia del cittadino siano la cifra distintiva dell’Arma dei carabinieri.. Infine, il Generale ha rivolto un pensiero alle vittime del dovere ed ai loro congiunti “il cui sacrificio rappresenta il segno tangibile del quotidiano silenzioso impegno al servizio del cittadino” ed in particolare ha ricordato i 3 Carabinieri caduti quest’anno e gli oltre 1800 rimasti feriti in servizio. In conclusione Comandante Generale ha indirizzato a tutti i militari che operano nel territorio dell’Interregionale ed alle loro famiglie, che condividono i sacrifici degli uomini e donne in divisa, gli auguri di un sereno Natale e di un anno nuovo ricco di soddisfazioni.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un caso a Messina ma non è il ceppo "cinese": "Nessun allarme"

  • Da alcuni giorni non si avevano più sue notizie, anziana trovata cadavere in via del Carmine

  • Coronavirus, due cittadini di Lodi in tribunale: intervengono infermieri in tuta e mascherine

  • L’appello di una donna catanese: “Cerco una bimba ricoverata al Piemonte più di 50 anni fa, fu il mio angelo"

  • Coronavirus, risoluzione anticipata del contratto per l'infermiere del video al Policlinico

  • Addio a Eliana Giorli, la staffetta partigiana che a Milazzo guidò le lotte comuniste accanto al marito

Torna su
MessinaToday è in caricamento