Alcool, inciviltà e folli al volante, aumentano gli incidenti stradali a Messina: in un anno 11 morti

Lo scorso anno in città sono stati registrati 1951 sinistri. Dato in preoccupante crescita rispetto al 2018. Alla fatalità si aggiunge spesso il disprezzo per le regole e il senso di impunità. Palazzo Zanca punta a digitalizzare i controlli

Il numero degli incidenti stradali a Messina è in preoccupante crescita. 

Il dato, reso noto dall'assessore alla Polizia Municipale Dafne Musolino e ribadito lo scorso gennaio anche dal prefetto,  parla chiaro. Nel 2019 in città si sono registrati ben 1951 sinistri con 11 morti. Ma le volte in cui l'asfalto si è macchiato di sangue salgono addirittura a 25 se si contano anche le tragedie avvenute in autostrada. Si tratta di un dato in aumento rispeto al 2018 che impone una seria riflessione da parte di istituzioni e semplici cittadini. 

Alla base, c'è troppo spesso un disprezzo delle più comuni regole del codice della strada a cui si uniscono il consumo di alcool e folli gesti commessi al volante. "Lungo il rettilineo di Ganzirri - spiega Musolino - l'autovelox ha rilevato un'auto che viaggiava a 140 chilometri orari".

Sicurezza strade, De Luca: "Servirebbero 50 milioni solo per Messina"

L'amministrazione De Luca ha aumentato i controlli e si è dimostrata meno tollerante anche nei confronti dei piccoli gesti incivili che quotidianamente vengono commessi da centinaia di automobilisti. Un incidente può essere causato anche da un'auto in sosta irregolare. "Quello che forse sfugge - continua l'esponente di giunta - è che la legge prevede la responsabilità in concorso per chi indirettamente provoca un incidente parcheggiando la propria vettura dove non si dovrebbe, magari riducendo la visibilità ad un incrocio".

Il senso di impunità che da troppo tempo aleggia tra le strade di Messina è il primo nemico da abbattere. "E' un tema - precisa Musolino - che ci vede impegnati quotidianamente. Il numero di multe è aumentato considerevolmente e con esso l'impegno dela polizia municipale".

L'aiuto della tecnologia

Ma, nonostante le prossime assunzioni, il corpo dei vigili urbani non riesce a garantire un organico adeguato alle esigenze della città. Palazzo Zanca punta quindi alla tecnologia con la digitalizzazione dei sistemi di controllo e rilevamento delle infrazioni al codice stradale. Messina si doterà di un occhio elettronico che permetterà di monitorare in tempo reale la città ed intervenire 

Una tecnologia che si unirà al servizio Scout System operato dalla Municipale che ogni giorno rileva le infrazioni dei messinesi ancora refrattari al rispetto delle regole. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Falcone a lutto, non ce l'ha fatta Luca Minato ferito dall'esplosione della bombola di gas

  • Patti, bimba di nove anni cade dalla bicicletta e batte la testa: in elisoccorso al Policlinico

  • Il lieto fine di Alessandro dopo l'incidente: "Pensavo di non poter più correre, ma ce l'ho fatta"

  • Il teatro messinese piange la morte di Donatella Venuti

  • Incidente nella notte sulla Palermo-Messina, muore una 51enne: cinque i feriti

  • Nubifragio all'alba si abbatte sulla provincia, paura sul torrente Spadafora

Torna su
MessinaToday è in caricamento