Schiaffi, minacce e insulti alla ex che rifiutava le sue avance, in manette un 52enne

Per anni la vittima è stata costretta a vivere in uno stato di perenne tensione. Un incubo a cui i carabinieri di Taormina hanno posto fine arrestando l'uomo

Ha continuato a insultarla e minacciarla anche dopo la fine della loro relazione, arrivando a schiaffeggiarla per essersi rifiutata di avere rapporti sessuali. Vittima una donna che ha finalmente trovato il coraggio di denunciare l'ex compagno ai carabinieri ponendo fine ad incubo durato troppo a lungo.

In manette è così finito un 52enne di Giardini Naxos, arrestato dai militari della stazione di Taormina per atti persecutori, violenza sessuale e violazione di domicilio. Adesso si trova rinchiuso nel carcere di Gazzi. 

Tutto è iniziato alcuni anni fa quando i due si sono messi insieme. Una relazione che lei viveva con uno stato continuo di paura, sotto pressione tanto da dover cambiare le proprie abitudini. Dopo la fine della storia tutto è proseguito: insulti anche in pubblico, minacce e centinaia di messaggi. In un'occasione il 52enne è arrivato ad introdursi all’interno dell’abitazione della donna per costringerla a subire approcci sessuali e al suo rifiuto l'ha schiaffeggiata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le denunce - precisano i carabinieri -  da parte delle vittime di maltrattamenti in famiglia, stalking, violenza di genere e nei confronti di minori sono di fondamentale importanza per gli organi deputati a perseguire tali tipologie di delitti poiché conducono ad un immediato intervento in loro tutela. L'immediatezza della risposta della polizia giudiziaria si ricollega anche ad una specifica preparazione professionale nell’affrontare tali reati, sollecitata e coordinata dalla Procura  di Messina che ha stabilito precise modalità operative per giungere quanto più rapidamente possibile a tutelare tutte le vittime vulnerabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, l'ex tronista Munafò denuncia troppa superficialità a Milazzo: “Non toccate mio figlio”

  • Blatte e scarafaggi tra panna e babà, chiusi una nota pasticceria e un laboratorio abusivo

  • Onda anomala travolge barca, quattro pescatori finiscono in mare

  • Coronavirus: un nuovo contagiato in Sicilia, sono 130 gli attuali positivi

  • Incendio in abitazione sul Boccetta, residenti e vicini riescono a salvarsi

  • Blocca una donna in auto e tenta di rapinarla, poi minaccia con un coltello il compagno

Torna su
MessinaToday è in caricamento