Falò a Tremestieri, condanne pesanti per i fratelli Barbuscia

I due arrestati nella notte di ferragosto per aver acceso il legname e offeso le Forze dell'ordine sono stati condannati a quattro e a due anni e quattro mesi

Il falò acceso a Tremestieri nella notte di ferragosto

Condanne importanti per i due arrestati nella notte di ferragosto a Tremestieri. Per resistenza a pubblico ufficiale e incendio doloso il tribunale ha condannato a quattro anni Domenico Barbuscia, 38 anni, a due anni e quattro mesi il fratello Giosué di 22 anni.

Erano coloro che avevano acceso il falò nella zona sud nonostante i divieti del sindaco De Luca che personalmente insieme alla polizia municipale aveva verificato in tutta la costa che l'ordinanza fosse rispettata. La difesa dei Barbuscia presenterà ricorso perché considera le pene molto pesanti. Ad arrestare i due Barbuscia la polizia allertata dopo che vigili urbani e polizia metropolitana avevano scoperto una grande quantità di legname accatastato sui massi frangiflutti a Tremestieri. Secondo le indagini quando i vigili avevano avviato le operazioni per la rimozione del materiale cittadini avevano iniziato a insultarli, minacciando di appiccare il fuoco al legname. Scattato l'arresto dei Barbuscia che erano stati posti ai domiciliari. 

Divieto di falò, due arresti nella notte di ferragosto

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anziana picchiata, derubata e violentata: fermati due minori da “Arancia meccanica”

  • Fiamme alla Raffineria di Milazzo, torna la paura

  • Clan di Giostra senza regole, la moglie del boss al figlio: "L'hai fatta grossa, vattene via da Messina"

  • Un detenuto si suicida e un agente rischia di morire strangolato, l'inferno dell'Ottavo reparto all'ex Opg

  • In bagno con i topi, è guerra sulla sicurezza al consorzio autostrade dopo la multa a Minaldi

  • Pronto soccorso per i disturbi della psiche, arriva uno sportello h24

Torna su
MessinaToday è in caricamento