Messina supera il 25% di differenziata, Lombardo: "Entro l'anno porta a porta per 100mila cittadini"

Cresciuta la raccolta di plastica, carta e vetro. Lombardo sprona la cittadinanza: "Con il vostro aiuto vogliamo raggiungere l’obiettivo di 10 milioni di kg". Novità per i condomini con pochi spazi

A piccoli passi Messina si adegua al trend nazionale sulla raccolta differenziata. In un anno la città ha superato il 25% con un notevole incremento nella raccolta di plastica, carta e vetro.

E' quanto certificato dal report di Messina Servizi.

In particolare, dal 30 novembre 2018 al 30 novembre 2019, la raccolta della plastica ha registrato un +39,32% con oltre 336 tonnellate in più, per il vetro un +45,17% con 722 tonnellate in più, per il cartone si registra un +41,56 con ben mille tonnellate in più.

Il presidente Giuseppe Lombardo esprime soddisfazione e sprona la cittadinanza a fare sempre meglio.Differenziamo e cambiamo tutti insieme Messina - spiega -  Lanciamo una sfida a tutti i cittadini: con il vostro aiuto vogliamo entro fine anno raggiungere l’obiettivo di 10 milioni di kg di carta, cartone, vetro, alluminio, plastica recuperati in un anno, uniti si può, Messina fa la differenza”.

Secondo i piani di Messina Servizi entro fine anno il porta a porta dovrà coinvolgere l'intera area nord (dalla strada Panoramica fino all’Annunziata, e l’area sud con la zona di Contesse dove c’è il complesso Peloritano dove abitano ben 1200 persone. Entro fine anno, in base alle previsioni,  ben 100mila persone saranno raggiunte dal porta a porta.

“Per quel che riguarda i condomini - precisa Lombardo -  si comunica che nelle zone dove ha avuto inizio il servizio di raccolta differenziata porta  a porta, e solo per quei condomini dove  a seguito di un  sopralluogo effettuato dal personale di Messinaservizi Bene Comune è stata accertata la mancanza di spazi idonei, nelle more della definizione della procedura stabilita all’art. 22 del regolamento Comunale,  si autorizza in via esclusivamente provvisoria la consegna di 2 carrellati invece che cinque. Dei due, uno per umido e indifferenziato e uno per la frazione secca che comprende il resto dei materiali (carta, cartone, vetro, plastica, metalli)”.

In questa settimana intanto incontro tra Messinaservizi Bene Comune, l’assessore all’ambiente Dafne Musolino, e i rappresentanti dell’Anaci, il principale sindacato degli amministratori di condominio, per trovare delle proposte e dei  correttivi per l’avvio in centro del porta a porta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalle corse intorno al lago di Ganzirri all'esordio in serie A contro l'Inter: la favola di Massimiliano Mangraviti

  • Cocaina nascosta nell'airbag, acciuffato il broker della droga: ha 71 anni

  • Incidente sull'autostrada Messina-Palermo, è morto il musicista Claudio Paci

  • Musicisti sotto choc per la morte di Claudio: "Potevo esserci io al suo posto"

  • Brutto incidente ad Antillo, ma l'ambulanza di Letojanni è rotta: soccorsi dopo un'ora e senza medico a bordo

  • Incidente nella notte sull'autostrada Messina-Palermo, morto un musicista

Torna su
MessinaToday è in caricamento