Ambulanze del 118 senza medici a bordo, i sindaci chiedono di bloccare la delibera

Il vertice a Sant'Alessio con i primi cittadini dell'hinterland. Ecco il documento pronto per essere spedito all'assessore Razza che ha già convocato il direttore generale dell'Asp

La riunione a Sant'Alessio Siculo

Il direttore generale dell'Asp, Domenico Sindoni, chiama a raccolta i responsabili di Fimmg, Snami e Smi sulla guerra che si è scatenata attorno ai servizi di emergenza urgenza. 

La convocazione è per il 21 novembre e segue l' incontro che si è svolto ieri nell'aula consiliare di Sant'Alessio Siculo con 29 sindaci del comprensorio uniti nella protesta contro il provvedimento del direttore generale Paolo La Paglia, anticipato la scorsa settimana da Messinatoday, che tra obblighi a rispettare le 38 ore e il divieto di plus orari nei pronti soccorsi, di fatto non garantisce più la presenza qualificata del medico a bordo nelle ambulanze del 118 e mette in crisi i pronto soccorsi. 

Un provvedimento che avrebbe già fatto storcere il naso anche all'assessore alla Sanità Ruggero Razza che ha già convocato il direttore dell'Asp per capirne di più e non è escluso si possa fare macchina indietro sul provvedimento.

Intanto, dopo l'interrogazione dei deputati del movimento5stelle, sono stati i sindaci della riviera jonica a scendere in campo a tutela della salute pubblica. L'incontro, voluto dal presidente dell’Unione dei Comuni delle Valli joniche dei peloritani e primo cittadino di Antillo, Davide Paratore, con la collaborazione di medici a cui è stato è stato demandato il compito di stilare proposte alternative per evitare la crisi del 18 e dei servizi di emergenza i ospedale.

Tra i punti che saranno proposti  oltre il blocco della delibera dell’Asp 5  si chiede di formulare una lista di medici disposti ad effettuare i turni carenti, suddividendo in maniera equa i turni a coloro che sdaranno disponibilità. Nel documento da inviare a Razza si chiede anche di ristabilire la convenzione, già esistente, con i pronto soccorso dell’Asp in carenza di personale medico ma anche di avviare corsi per la formazione di medici dell’Emergenza. In questo momento infatti la carenza riguarda proprio i medici con queste competenze specifiche al punto che anche a voler avviare nuove assunzioni mancherebbere il personale specializzato. Prova ne è che al bando per 40 posti messo a punto dell'Asp qualche mese fa si sono presentati solo in quattro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I sindaci hanno protestato anche per la mancanza di comunicazione  da parte dell'Asp di questo così come di altri provvedimenti che investono direttamente i loro comuni di appartenenza nonchè il ruolo che i sindao svolgono di tutore della salute pubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Falcone a lutto, non ce l'ha fatta Luca Minato ferito dall'esplosione della bombola di gas

  • Onda anomala travolge barca, quattro pescatori finiscono in mare

  • Patti, bimba di nove anni cade dalla bicicletta e batte la testa: in elisoccorso al Policlinico

  • Il teatro messinese piange la morte di Donatella Venuti

  • Il lieto fine di Alessandro dopo l'incidente: "Pensavo di non poter più correre, ma ce l'ho fatta"

  • Incidente nella notte sulla Palermo-Messina, muore una 51enne: cinque i feriti

Torna su
MessinaToday è in caricamento