Comunicazione al Policlinico, sospeso il bando su richiesta di Assostampa

La selezione triennale indetta dal nosocomio universitario presentava procedure non compatibili con la legge 150 del 2000, il direttore Laganga ha accolto lo stop sollecitato dal sindacato in attesa di un incontro

Il Policlinico universitario

Il Policlinico universitario come tutte le altre aziende pubbliche, sanitarie e non, deve seguire le regole della legge 150 del 2000 per la selezione di giornalisti incaricati di gestire l'ufficio stampa. Così è stato sospeso, su decisione della direzione generale del nosocomio, il bando, con scadenza oggi, per l'affidamento del servizio triennale di comunicazione integrata.

Alla segreteria della sezione messinese dell'associazione siciliana della Stampa il direttore generale Giuseppe Laganga ha risposto favorevolmente. La richiesta era di bloccare la gara. Il sindacato aveva ravvisato procedure non compatibili con la legge 150. "Assostampa ha chiesto di sospendere in autotutela la procedura del bando in corso, in attesa di un auspicabile incontro a breve - si legge - di chiarimento e confronto con il sindacato unitario dei giornalisti. L’istanza è stata subito accolta con grande spirito di collaborazione dal direttore Laganga, in attesa di poter valutare insieme i termini dell’espletamento dei servizio". Il bando pubblicato sul Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione era di fatto aperto solo ad aziende e raggruppamenti di imprese con una determinata quantità annua di fatturato rispetto al costo d'appalto. 

In passato i concorsi e le selezioni del Policlinico per la gestione dell'ufficio stampa sono stati oggetto di denunce e procedimenti penali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Provvidenza Grassi, maxi risarcimento ai familiari e condanne per tre funzionari del Cas

  • L'ospedale Papardo assume medici, ecco le figure ricercate

  • Incidente stradale vicino Villa Dante, tra i feriti un bimbo

  • Ioppolo in tribunale per l'omicidio dell'ex fidanzata rischia il linciaggio, quindici militari per fermare la rabbia

  • Un uomo sulla nave minaccia di buttarsi giù, ore di terrore alla Marittima

  • Comune di Tortorici nella bufera dopo gli arresti per mafia, “Andiamo avanti per il bene del paese”

Torna su
MessinaToday è in caricamento