Taormina, stop a concessione suolo pubblico a chi non rispetta i contratti di lavoro

L'iniziativa deriva da un accordo con la Fisascat Cisl di Messina. L'obiettivo è arginare il fenomeno dei "contratti pirata"

Se non rispetti i contratti di lavoro non avrai la concessione per occupare il suolo pubblico. E' la strategia attuata dal comune di Taormina per tutelare i lavoratori dai contratti irregolari o in nero. 

Il provvedimento della giunta guidata da Mario Bolognari nasce dalle proposte della Cisl di Messina e della Fisascat Cisl Messina nei diversi incontri che si sono tenuti. L’ultimo, proprio nella giornata di oggi, insieme allo stesso Bolognari, al vice sindaco Vincenzo Scibilia, al segretario generale della Cisl Messina, Tonino Genovese, e ia segretario generale aggiunto della Fisascat Cisl
Sicilia, Pancrazio Di Leo.

Legare le concessioni per le attività commerciali e turistiche all’applicazione dei contratti di lavoro regolari serve a tutelare i lavoratori, soprattutto quelli stagionali che operano sul territoriotaorminese.

"Tra Comune e sindacato – spiegano Genovese e Di Leo – si è voluto lavorare in sinergia per contrastare ed arginare il fenomeno dei 'contratti pirata', quelli siglati da associazioni datoriali
minoritarie e organizzazioni sindacali poco rappresentative con condizioni economiche e normative peggiorative rispetto ai contratti di settore. La conseguenza, altrimenti, è quella di una corsa al massimo ribasso sul costo del lavoro in termini di retribuzioni, di diritti dei lavoratori, anche in termini di salute e sicurezza ed una concorrenza sleale nei confronti di quelle imprese che rispettano
le regole".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ospedale Papardo assume medici, ecco le figure ricercate

  • La moglie litiga per un parcheggio sotto casa e lui la difende accoltellando l'uomo, ai domiciliari un 81enne

  • Stabilizzazione vertebrale, primo intervento chirurgico in Italia con tecnica innovativa

  • Commercianti al Vascone, ma con il reddito di cittadinanza in tasca: denunciati

  • Ioppolo in tribunale per l'omicidio dell'ex fidanzata rischia il linciaggio, quindici militari per fermare la rabbia

  • Minacce e violenze per fargli cambiare sindacato, la coraggiosa battaglia del marinaio Aloi

Torna su
MessinaToday è in caricamento