Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

"L'abito fa il monaco" al teatro Vittorio Emanuele con "Restauriamo"

Uno spettacolo per "dare luce" ai gioielli dell'arte sartoriale del nostro teatro. Sul palco “Norma”, “Don Giovanni” e “Cavalleria Rusticana”

 

Con ago e filo si possono creare dei capolavori grazie alla maestria di chi vive con passione l’arte sartoriale  e gli abiti custoditi al teatro Vittorio Emanule ne sono l’esempio tangibile.  Dare luce a queste straordinarie opere d’arte è l’obiettivo di “Restauriamo - Aiutaci a recuperare la Cultura”,  lo spettacolo, organizzato da Lions Leo Club Messina Host e dal Teatro di Messina in collaborazione con Actorgym, con la regia di Vincenzo Tripodo,  che andrà in scena al “Vittorio Emanuele” domenica 15 dicembre alle ore 18,30. Pochi sanno che in alcune stanze del teatro  ci sono dei veri "gioielli" di scena realizzati dalle sapienti mani dei sarti e delle sarte del Vittorio Emanuele, sotto l’occhio vigile  del responsabile del  settore “Costumi” Nunzio Laganà.

Questa iniziativa, come ha sottolineato il sovrintendente Scoglio in conferenza stampa, dà il via ad una stagione di recupero del patrimonio storico della città  e questo spettacolo rappresenta il secondo step  di un percorso che vuole aprirsi  alle scuole e  alla  formazione per avvicinare i giovani  a teatro già cominciato con Play the Game e che si concretizzerà  anche con il progetto  Madre  Teatro.

A volere fortemente il recupero di questi abiti di scena sono state le presidenti dei Club Lions e Leo Messina Host, Elisabetta Baradello e Federica Pernice le quali, dopo aver donato il rifacimento di tre costumi ideati per “Don Giovanni”, “Enrico IV” e  “Così fan tutte”, hanno  sostenuto il progetto teatrale il cui ricavato sarà destinato al ripristino di altri pregiati esemplari.

Sul palco accompagnati al pianoforte da Vera Pulvirenti e al violino da Luisa Grasso ci saranno  il soprano Maria Grazia Tringale e il baritono Ludovico Camarda che eseguiranno arie tratte da “Norma”, “Don Giovanni” “Cavalleria Rusticana”, performance di danza a cura delle ballerine Martina Mulè e Cludia Bertuccelli, della scuola “Oltredanza”.  Aprirà il sipario, metaforicamente Marco Falaguasta, attore, commediografo, regista, direttore artistico del Teatro “Testaccio” di Roma. A condurre la serata sarà Daniela Conti. Insieme si ripercorreranno  la storia e le  curiosità legate ai costumi di scena che rappresentano i simboli del nostro teatro, il più antico di Sicilia e il 2° teatro d’Europa. L’evento  è stato organizzato da Angelica Oliva e Tania Toscano.

“Questi abiti- ha precisato il presidente Miloro- rappresentano la storia ma soprattutto la creatività di chi li ha realizzati, attraverso queste iniziative noi vogliamo  riportare ai fasti di un tempo il teatro, per esportare cultura e importare bellezza”.

“È un bene che la donazione possa finalmente supportare anche l’arte-  ha concluso il regista-  perchè il teatro non è fatto di muri ma di  persone che vivono con amore il proprio lavoro e attraverso questo spettacolo noi vogliamo restituire tre piccoli momenti di storia”.

I biglietti, il cui costo è di 20 euro per la platea e 15 per la I Galleria, potranno essere acquistati presso Lisciotto viaggi – Via Garibaldi 106, Messina ; Cinema Apollo – Via Cesare Battisti 111, Messina. Nel caso di non esaurimento nel corso della prevendita potranno essere acquistati dalle ore 18  del 15 dicembre al Teatro Vittorio Emanuele
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MessinaToday è in caricamento