Cementificazione e infrastrutture green, il comune avvia gli incontri per il progetto Health&Greenspace

Programma Europeo Urbact, entra nel vivo il piano proposto insieme ad altri partners spagnoli, portoghesi, finlandesi e lettoni. Anche al Palacultura gli incontri con la delegazoione di Budapest per condividere eserienze e possibili soluzioni

I rischi per la salute legati alla rapida urbanizzazione e all’intensa cementificazione delle città e le prospettive per migliorare il tenore di vita partendo proprio dalla funzione sociali degli spazi verdi.

E’ l’obiettivo del progetto “Health&Greenspace – responsive planning and management of urban green infrastructure”, di cui la città di Messina è partner, nell’ambito del Programma Europeo URBACT III con il network internazionale formato da Budapest  lead partner e dalle città di Breda, Espoo, Limerick, Ponzan, Santa Pola, Suceava e Tartu.

E’ stato presentato stamattna dagli assessori ai Rapporti con le Istituzioni Europee Carlotta Previti ed alle Politiche della Salute Alessandra Calafiore, insieme ad una delegazione del Comune di Budapest che al Palacultura ha programmato anche una serie di incontri con le istituzioni locali e le associazioni di categoria sia oggi che domani, mercoledì 30. L’obiettivo è riflettere e condividere sul tema in questione le criticità riscontrate, i precedenti interventi attuati e le proposte per una strategia comune di intervento.

“Abbiamo presentato un progetto lo scorso anno nell’ambito del Programma Europeo Urbact III, – ha evidenziato l’assessore Previti – insieme ad altri partners spagnoli, portoghesi, finlandesi e lettoni con cui abbiamo vinto il progetto ‘Health&Greenspace che punta alla costituzione di un gruppo di lavoro al fine di avviare una pianificazione strategica sulle pratiche urbane che hanno incidenza rilevante in termini di vivibilità e salute umana. Quindi sostanzialmente le politiche urbane verranno decise ed influenzate dalle patologie registrate maggiormente in determinati ambiti territoriali. Abbiamo avviato questa pianificazione strategica attraverso questo progetto e l’importo dell’autorità urbana di Messina avrà un’incidenza di circa 100 mila euro proprio per prendere a modello quelle autorità urbane europee che hanno fatto della vivibilità e del benessere psicofisico collettivo uno dei parametri di scelta più importanti per pianificare soluzioni urbane nell’ambito dei contesti territoriali. Il nostro obiettivo è garantire la salvaguardia della salute ed un’alta qualità di vita, rendendo le città sempre più verdi come la maggior parte di quelle del nord Europa che per antonomasia rappresentano un modello di città green”.

“Insieme all’assessore Previti – ha continuato l’assessore Calafiore – ci stiamo attivando per portare avanti questo progetto europeo importante perché mira a migliorare la qualità della vita all’interno della città. Rientra anche in una delle strategie promosse dal mio assessorato che ha organizzato varie iniziative, ad esempio l’adesione al Manifesto alla salute sul diabete, e quindi stiamo programmando percorsi al fine di garantire una migliore vivibilità e di conseguenza un miglioramento in termini di salute”.

Il progetto assumerà tanto più valore e significato quanto i portatori di interesse del territorio contribuiranno per la definizione di un piano di azione quale documento strategico per l’Amministrazione comunale, con lo scopo di programmare nell’ambito del territorio messinese spazi che possano evolvere in direzioni sicuramente migliorative per il benessere psico-fisico dei cittadini. Tra le attività previste vi è anche l’avvio di un’interlocuzione stabile e un dialogo costante attraverso la costituzione di un Gruppo di Supporto Locale (GSL) con tutti i soggetti che, a vario titolo, sono impegnati in attività per la promozione della salubrità e benessere psico-fisico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage di Barcellona, salgono a cinque le vittime

  • Tragedia a Barcellona, esplode la fabbrica di giochi d'artificio: cinque morti e feriti gravi

  • “Se denunci ti stacco la testa e ci gioco a palla davanti ai carabinieri”, minacce e violenze nell'inchiesta per usura: altri tre indagati

  • Atm invia contestazione all'autista ripreso con il cellulare in mano, Uil: "Pronti ad assisterlo anche per violazione della privacy"

  • Brutto incidente stradale sulla Messina Palermo, uscita obbligatoria allo svincolo di San Filippo

  • Un boato che sembrava un terremoto, la testimonianza e il cordoglio: “Non si può morire di lavoro”

Torna su
MessinaToday è in caricamento