Miracolo a Stromboli, nascono le prime sei Caretta caretta

Si aspetta da un momento all'altro la nascita delle altre tartarughe marine. L'eccezionale nidificazione scoperta qualche mese fa per caso da due turisti. A proteggere il nido h24 i volontari della Filicudi WildLife Conservation

Le prime immagini delle tartarughine

Uno dei momenti più emozionanti e intensi. Un miracolo. A Stromboli. Nella terra che continua a sputare lava ancora più forte, sono nate le prime sei tartarughe marine.

L’eccezionale nidificazione di Caretta caretta nelle isole Eolie era stata scoperta un paio di mesi fa grazie alla segnalazione di due fortunati turisti, Miriam e Aldo. I biologi marini dell'associazione Filicudi WildLife Conservation si sono messi subito al lvoro per proteggere il nido e fanno i turni giorno e notte in attesa dei nuovi arrivi.

Sono in una zona impervia, fra ciottoli e sterpaglie ma anche grazie l’aiuto della Guardia Costiera si è potuto indentificare e proteggere il nido anche in questi giorni in cui non è stato facile mantenere la propria postazione a Stromboli.

Il sito è protetto anche da un gruppo di isolani che hanno potuto assistere al giorno memorabile delle prime nascite.

Salvataggio Caretta caretta, Rambo torna a casa | VIDEO

La Caretta caretta è molto comune nelle acque Eoliane. Qui mangia e sverna ma questo nido è la prima testimonianza che queste isole sono anche potenziali aree di riproduzione e deposizione delle uova.

Le 7 specie di tartaruga marina che abitano i nostri mari e oceani sono fortemente minacciate dall'uomo. Cementificazione, degrado delle coste e litorali prescelti per la nidificazione e soprattutto l'impatto con i sistemi di pesca costituiscono le principali minacce.

In particolare è la presenza della plastica che crea maggiori problemi.

Ne sa qualcosa Monica Blasi, biologa marina romana, che passa la sua vita a proteggere i fondali delle Eolie. Presidente del Filicudi WildlifeConservation, Monica Blasi gestisce il primo soccorso per le tartarughe marine di Filicudi e attività di educazione ambientale anche per i più piccoli. Anche in queste ore fa da sentinella insieme ad altri volontari dell’associazione per assistere all’eccezionale evento e proteggere questo miracolo della natura.

Si aspetta infatti da un momento all'altro la nascita di nuovi esemplari.

Potrebbe interessarti

  • Nuovi parroci e spostamenti, così le nomine dell'arcivescovo

  • Il Sole 24 Ore boccia Messina per qualità della vita: troppo lunghi i tempi dei processi

  • In vena di romanticismo? Cinque luoghi “magici” dove puoi andare in città

  • Milazzo, "Noa discriminata" ma per il Comune è solo un caso di posti a sedere

I più letti della settimana

  • Incidente in via Consolare Pompea, morta la 14enne Aurora De Domenico

  • Omicidio ad Ucria, oggi i funerali ai Contiguglia ma sulla rete esplode #iostoconSalvo

  • "Mafiosi al pistacchio" e "Cosa nostra alle mandorle": pasticceria di Taormina nella bufera

  • "Ciao Aurora", martedì pomeriggio in Cattedrale i funerali

  • Aurora, terza vittima in tre mesi della strada della morte

  • Rifugio del falco dodici anni dopo, Costantino: “Lucia Natoli merita adesso un riconoscimento”

Torna su
MessinaToday è in caricamento