Confermato il sindaco di Furci alla guida della Lega

Matteo Francilia sarà ancora commissario provinciale del partito di Salvini che alle Europee aveva ottenuto risultati inaspettati in tutta la provincia

Matteo Francilia

Matteo Francilia confermato commissario provinciale della Lega. Il commissario della Lega in Sicilia Stefano Candiani ha nominato i responsabili regionali e locali del partito di Salvini e ha ribadito il sindaco di Furci siculo alla guida messinese. Francilia, già consigliere provinciale, aveva un lungo passato accanto all'ex ministro Gianpiero D'Alia e all'Udc. Gli ultimi risultati delle Europee che hanno portato la Lega a consensi inaspettati ha premiato il primo cittadino ionico.

L'exploit della Lega a Messina alle Europee 2019

"Per la Lega in Sicilia si apre una nuova stagione ricca di entusiasmo con tanti volti nuovi che credono nel buon senso e nella politica di Matteo Salvini, fuori da equilibrismi ed alchimie ma vicini ai cittadini - afferma il commissario - Con il nuovo organigramma si definisce la struttura Lega Sicilia che vede la nomina di un direttivo regionale e di commissari provinciali i quali saranno il punto di riferimento per militanti, sostenitori e simpatizzanti". "La forza della Lega - sottolinea Candiani - sta proprio nel rispetto dei ruoli e delle gerarchie, la voce è soltanto una, quella di Matteo Salvini, non esistono situazioni autoreferenziali né cariche improvvisate, tutto deve necessariamente passare per i commissari provinciali e il direttivo regionale". Candiani ha nominato responsabile regionale per l'organizzativo Massimo Gionfriddo,

Massimiliano Rosselli si occuperà del tesseramento e il tesoriere sarà Saverio Cuci. Confermati agli Enti locali, rispettivamente della Sicilia occidentale e orientale, Igor Gelarda e Fabio Cantarella. Gli altri otto commissari provinciali sono invece Massimiliano Rosselli ad Agrigento, Oscar Aiello a Caltanissetta, Anastasio Carrà a Catania, Giuseppe Savoca a Enna, Antonio Triolo a Palermo, Leandro Impelluso a Siracusa, Bartolo Giglio a Trapani e Fabio Cantarella a Ragusa.

“Ringrazio il senatore Candiani per la fiducia - afferma Francilia - la Lega in provincia di Messina soprattutto dopo il successo elettorale delle elezioni europee vive una fase espansiva ed è dunque necessario avviare una strutturazione capillare sul territorio per offrire a militanti, sostenitori e simpatizzanti punti di riferimento sicuri ed evitare situazioni di autoreferenzialità che possano innescare confusione e danneggiare la nostra comunità politica”. “Parlare con una sola voce - sottolinea il commissario della Lega - è una regola fondamentale di coerenza politica e la prassi della Lega pertanto in assenza di referenti territoriali nominati e autorizzati è bene che ciascuno si astenga dal prendere posizioni pubbliche a nome del partito”.

Il commissario provinciale della Lega annuncia poi i prossimi obiettivi: “inizierò a breve un tour nei 108 comuni della provincia, è fondamentale organizzare la nostra presenza in ogni realtà territoriale con particolare attenzione per quelle che saranno chiamate al voto il prossimo anno come Milazzo e Barcellona Pozzo di Gotto e per realtà complesse come la città metropolitana di Messina” conclude Francilia. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca a caccia di prostitute, tra i clienti anche un avvocato: multe fino a 40mila euro

  • Anziana picchiata, derubata e violentata: fermati due minori da “Arancia meccanica”

  • Fiamme alla Raffineria di Milazzo, torna la paura

  • Clan di Giostra senza regole, la moglie del boss al figlio: "L'hai fatta grossa, vattene via da Messina"

  • Alessandra Mirti Della Valle e Aurelio De Luca, matrimonio dell'anno al Monte di Pietà

  • Scontro tra un ciclista e un pedone, 17enne perde un rene

Torna su
MessinaToday è in caricamento