Ex discarica di Portella Arena, Russo: "Interventi immediati per eliminare l'eternit da Forte Crispi"

Interrogazione al sindaco del consigliere comunale che chiede chiarimenti sullo stato di avanzamento del progetto di messa in sicurezza del sito e la rinaturalizzazione dei luoghi

una discarica

“Interventi immediati per ripristinare le condizioni di sicurezza a Portella Arena e Forte Crispi rimuovendo le grandi quantità di eternit presenti”. E’ quanto intende sapere con una interrogazione il consigliere comunale Alessandro Russo che chiede al sindaco anche notizie sullo stato di avanzamento del progetto di messa in sicurezza dell’area della ex discarica.

 “L’area di Portella Arena, ex discarica di Messina- premette il consigliere Russo- è chiusa da diversi anni per l’evidente impatto ambientale sul territorio in cui insiste e da diverso tempo sottoposta a sequestro giudiziario”. Inoltre “Per ragioni di messa in sicurezza post mortem della discarica, la rinaturalizzazione dei luoghi e per ripristinare condizioni di ecosostenibilità l’amministrazione comunale ha nel corso dei recenti anni avviato una fase progettuale che interessa il piede della discarica e le sue continue fuoriuscite di liquami e percolato che gravano sulla sottostante valle del Torrente Pace”. Nonostante l’inaccessibilità dell’area – prosegue -“sono stati più volte riscontrati negli anni dei continui accatastamenti di rifiuti sia nell’area a ridosso dell’accesso principale dell’ex discarica, sia, fatto più grave, sin dentro la stessa area perimetrata dall’autorità giudiziaria da parte di ignoti, abusivi e speculatori che ne dispongono regolarmente in assenza di controllo da parte delle Autorità competenti”.

Inoltre nello spazio di “Forte Crispi”, dentro l’area di Portella Arena, “è stata possibile verificare in occasione recente - durante un sopralluogo ispettivo effettuato con una deputazione del Senato della Repubblica - la presenza di una ingente quantità di materiale in eternit - quali serbatoi, lastre di copertura tetti, onduline e numerosi altri spezzoni di derivazione incerta - che è collocata lungo tutto il percorso di accesso alla struttura abbandonata e attorno”. “La grande quantità di eternit- aggiunge Russo - suggerisce che l’attività di smaltimento irregolare e abusivo di tale materiale continua regolarmente da parte di privati, ditte od organizzazioni che approfittano della lontananza dal centro urbano e della assenza di controllo del territorio, soprattutto nelle ore notturne, continui con regolarità e senza che sia possibile controllarla e sanzionarla”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Russo ritiene “della massima urgenza ripristinare condizioni di sicurezza per la salute pubblica e di rispetto per la normativa in tema di corretto smaltimento dei rifiuti speciali e pericolosi, quali l’eternit”. Alla luce di questa situazione interroga il sindaco per sapere: “Se non intenda porre in essere interventi immediati e conseguenti per ripristinare le condizioni di sicurezza dei luoghi di Portella Arena e di Forte Crispi ivi prevedendo la rimozione e il successivo smaltimento delle grandi quantità di eternit presenti” ed anche “quale sia lo stato di avanzamento del progetto di messa in sicurezza e rinaturalizzazione dell’area della ex discarica urbana di Portella Arena, che appare alla data odierna fermo nonostante la sua urgenza anche ai fini della messa in sicurezza delle circostanti aree urbane, abitate da migliaia di cittadini messinesi sia sul versante del Torrente Portella (Annunziata) che su quello del Torrente Pace”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Falcone a lutto, non ce l'ha fatta Luca Minato ferito dall'esplosione della bombola di gas

  • Patti, bimba di nove anni cade dalla bicicletta e batte la testa: in elisoccorso al Policlinico

  • Il lieto fine di Alessandro dopo l'incidente: "Pensavo di non poter più correre, ma ce l'ho fatta"

  • Il teatro messinese piange la morte di Donatella Venuti

  • Incidente nella notte sulla Palermo-Messina, muore una 51enne: cinque i feriti

  • Nubifragio all'alba si abbatte sulla provincia, paura sul torrente Spadafora

Torna su
MessinaToday è in caricamento