Scossone in aula: Nicoletta D'Angelo lascia il gruppo Ora Messina

Il consigliere comunale lascia il partito del deputato Luigi Genovese e approda al Gruppo Misto. A pesare la posizione sul "cambio di passo" proposto dal sindaco De Luca. "Credo che nessuno possa metterne in discussione l’impegno"

Scossone a Palazzo Zanca e più precisamente in consiglio comunale.

Il consigliere Nicoletta D'Angelo ha infatti comunicato di aver lasciato il partito Ora Messina, approdando al Gruppo Misto. 

D'Angelo saluta la lista che fa capo al deputato Ars Luigi Genovese senza rinunciare a togliersi qualche sassolino dalla scarpa. I rapporti con i colleghi, infatti, sono arrivati al capolinea quando il partito ha valutato il "cambio di passo" proposto dal sindaco De Luca.

Da un lato la fiducia di D'Angelo, dall'altro la visione opposta politicamente di Ora Messina. Una divergenza di veduta che ha portato all'addio, complici anche i dissidi legati alla nomina del nuovo capogruppo Giandomenico La Fauci, avvenuta proprio in assenza di D'Angelo.

La lettera 

Prendendo atto di quanto determinatosi in seno al gruppo consiliare Ora Messina e traendone le opportune conseguenze, comunico la decisione di lasciare il suddetto gruppo e formalizzare
la mia iscrizione al Gruppo Misto, nell’attesa di più approfondite valutazioni.

 

Non avendo interesse ad alimentare sterili polemiche ed affrancandomi da chi, trinceratosi dietro vacui paroloni e altisonanti riferimenti, mal cela la propria insipienza umana e politica,
mi limito a ricordare che i miei veri riferimenti ed i miei più preziosi alleati sono i messinesi, grazie ai quali, oggi procedo ancor più motivata, per perseguire quell’obiettivo iniziale che ha animato la mia candidatura e le mie scelte, vale a dire mettermi al servizio della mia città e concorrere a rendere Messina una città migliore, senza pregiudizi o pretestuosi ordini di scuderia.

 

Continuo, quindi, in maniera laica, a valutare le singole delibere proposte dall’amministrazione De Luca, votando quelle che mi convinceranno e cercando di emendare quelle che, a mio parere, meriteranno di essere modificate.
 

In riferimento al Sindaco De Luca, al netto di alcune esternazioni esasperate ed esasperanti, al netto di taluni comportamenti folkloristici, credo che nessuno, in piena coscienza, possa metterne in discussione l’impegno, la preparazione e la visione strategica.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ha avuto un’ampia apertura di credito da parte dei cittadini che, votandolo, lo hanno scelto come Sindaco ed e’ giusto che lo faccia fino a completamento naturale del mandato, dopo di che, com’è giusto che sia, saranno i cittadini a valutarne l’operato confermandolo o bocciandolo. Oggi, in tutta onestà, l’unico avversario credibile di De luca e’ De Luca stesso. Mi limito sommessamente a notare che, in questo ormai quasi biennio, tranne che mostrare i muscoli e fare i fenomeni sui social, nessuno si sia posto come alternativa a De luca o peggio ancora abbia proposto iniziative politiche pubbliche significative ed in qualche modo alternative all’idea di città di questa amministrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Sono sola in casa, non mangio da cinque giorni", i messaggi choc degli anziani messinesi durante il coronavirus

  • Denuncia per vilipendio al sindaco, lettera di un giovane messinese: “Ho paura anche io, ma De Luca esagera”

  • Crescono i contagi di Coronavirus, in Sicilia più morti che guariti: deceduto un 55 enne messinese

  • Coronavirus, rabbia social di Giuliana De Sio per i contagi: “Scellerati mi danno dell'assassina”

  • Dipendente al centro commerciale di Tremestieri con la febbre: disposte le quarantene

  • Il capo della polizia ferma De Luca: "Vietato l'uso dei droni"

Torna su
MessinaToday è in caricamento