Facebook promuove De Luca: il 74% dei nostri lettori approva il suo primo anno di lavoro

I risultati del sondaggio social di Messina Today. Tra favorevoli e contrari, su un punto i messinesi sono d'accordo: il sindaco sa come comunicare e arrivare alla pancia del suo pubblico

Per il 74% dei messinesi che hanno partecipato al nostro sondaggio Facebook, online per una settimana, il sindaco Cateno De Luca merita di essere promosso.

Questo il giudizio di una fetta di elettori a poco più di un anno dall'inizio dei lavori dell'amministrazione comunale che ha sostituito l'uscente Renato Accorinti.

Il 26%, invece, ha bocciato "senza se e senza ma" (per dirla alla De Luca) l'operato del primo cittadino.

Tra i rimproveri più frequenti a lui riservati c'è sicuramente l'utilizzo di toni troppo accesi e inadeguati al mandato che ricopre. Espressioni colorite e fuori luogo per le quali, a dire il vero, lo stesso sindaco si è più volte scusato, attribuendole al suo carattere.

Ma su un punto i messinesi risultano d'accordo all'unaminità: De Luca sa come usare i social e quale tasto premere per arrivare dritto alla pancia del suo pubblico.

Il sindaco ha costruito la sua campagna elettorale su like, commenti e condivisioni, riuscendo poi a vincere con una strategia tutt'altro che improvvisata. Bene o male, l'importante è che se ne parli. Questo il principio adottato da De Luca che con consapevolezza non si sottrae alle centinaia di insulti, proteste e rimproveri che spesso alimentano l'attività di chi è politicamente all'opposizione.

Comportamenti fuori le righe accompagnati da azioni forti e tese, secondo le sue volontà, ad eliminare il marcio che per anni ha soffocato Messina.

Questo è De Luca, piaccia o meno.

Ma quello che importa più di tutto è il raggiungimento degli obiettivi che si è posto subito dopo aver indossato per la prima volta la fascia tricolore. Dal risanamento edilizio al riequilibrio dei conti di Palazzo Zanca passando per differenziata, lotta ai morosi e per quelle mille piccole grandi azioni che puntano a normalizzare una città che per troppo tempo ha vissuto nell'anarchia. 

L'aspettativa è tanta, la pazienza dei messinesi forse un pò meno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ospedale Papardo assume medici, ecco le figure ricercate

  • La moglie litiga per un parcheggio sotto casa e lui la difende accoltellando l'uomo, ai domiciliari un 81enne

  • Morte Provvidenza Grassi, maxi risarcimento ai familiari e condanne per tre funzionari del Cas

  • Commercianti al Vascone, ma con il reddito di cittadinanza in tasca: denunciati

  • Ioppolo in tribunale per l'omicidio dell'ex fidanzata rischia il linciaggio, quindici militari per fermare la rabbia

  • Un uomo sulla nave minaccia di buttarsi giù, ore di terrore alla Marittima

Torna su
MessinaToday è in caricamento