L'Acr Messina mette a segno il colpo di spessore: ufficiale la firma di Siclari

L'esperto attaccante classe '86 scelto dalla dirigenza messinese vanta ben 105 presenze nel campionato di Serie D. La sua ultima squadra, prima di approdare in giallorosso, è stata la Fidelis Andria

Giuseppe Siclari (foto sito ufficiale Acr Messina)

La dirigenza dell'Acr Messina mette mano agli equilibri di squadra e rinforza l'intero organico a disposizione di mister Cazzarò con un terminale offensivo di indubbio spessore. La trattativa che porta a Giuseppe Siclari è andata in porto, regalando ai giallorossi un nuovo attaccante in vista del prossimo campionato di Serie D.

Classe '86, il 32enne darà una grossa mano in termini di esperienza all'interno dello spogliatoio. La punta arriva a Messina da svincolato, dopo l'ultima esperienza tra le file della Fidelis Andria. La squadra con cui ha collezionato il maggior numero di presenze è il Potenza, grazie alle 39 partite giocate e i 17 gol messi a segno. Il campionato che l'ha visto incidere con forza è proprio la Serie D, in particolare nel girone H. In totale ben 105 match disputati tra Potenza, Cerignola, Fidelis Andria, Nocerina e Taranto, con 42 reti nel complesso. 

Siclari rappresenta un acquisto imprescindibile per una compagine di Serie D. Il peso specifico in attacco è fondamentale e deve essere di un certo livello. Il nuovo arrivato garantisce una conoscenza non indifferente del campionato e un buon feeling con il gol.

Potrebbe interessarti

  • Nuovi parroci e spostamenti, così le nomine dell'arcivescovo

  • Il Sole 24 Ore boccia Messina per qualità della vita: troppo lunghi i tempi dei processi

  • In vena di romanticismo? Cinque luoghi “magici” dove puoi andare in città

  • Milazzo, "Noa discriminata" ma per il Comune è solo un caso di posti a sedere

I più letti della settimana

  • Incidente in via Consolare Pompea, morta la 14enne Aurora De Domenico

  • Omicidio ad Ucria, oggi i funerali ai Contiguglia ma sulla rete esplode #iostoconSalvo

  • "Mafiosi al pistacchio" e "Cosa nostra alle mandorle": pasticceria di Taormina nella bufera

  • "Ciao Aurora", martedì pomeriggio in Cattedrale i funerali

  • Aurora, terza vittima in tre mesi della strada della morte

  • Rifugio del falco dodici anni dopo, Costantino: “Lucia Natoli merita adesso un riconoscimento”

Torna su
MessinaToday è in caricamento