Club Scherma Messina due volte sul podio al torneo regionale di Mazara

Assoluti protagonisti i "tredici moschettieri" allenati da Letterio Cutugno. Medaglia d'argento per Giulio Mazzotti e bronzo per sorella Alice. La soddisfazione della società: "Ragazzi hanno acquisito giusta mentalità sportiva"

Il maestro Letterio Cutugno con Alice e Giulio Mazziotti e Angelo Gabriele Lucchese

Ottima prestazione degli atleti del Club Scherma Messina, impegnati nella prima prova regionale del GP Giovanissimi di fioretto, spada e sciabola, che si è svolta, in due intense giornate, a Mazara del Vallo.

I 13 “moschettieri” allenati da Letterio Cutugno, maestro anche del Gruppo Schermistico Ariberto Celi, hanno ben figurato, infatti, nell’importante rassegna siciliana, che ha visto impegnati ben 242 atleti provenienti da tutte le province dell’Isola.  

Due prestigiosi podi hanno impreziosito una serie di brillanti prestazioni, meritato riscontro dell’attività portata avanti quotidianamente con professionalità e passione nella palestra dell’istituto “Spirito Santo-Annibale Maria di Francia” di via Santa Marta. Al debutto agonistico, Giulio Mazziotti ha messo al collo un luccicante argento nella categoria “Maschietti” della spada, a coronamento di un’eccellente prova sia per la tecnica utilizzata che per la gestione tattica ed emotiva delle sfide. Bronzo, invece, per sua sorella Alice Mazziotti tra le “Giovanissime”, sempre della spada, che ha interpretato, come il fratello, bene la gara, senza mai perdere la necessaria concentrazione. Sesto posto per Aurora Ruggeri, arrivata ad un passo dalla zona medaglie. Esordi positivi per Angelo Gabriele Lucchese, Maria Sole Di Natale, Francesco Curiale e Giulia Melazzo, accomunati dall’aver perso di misura le dirette con il punteggio di 10-9. Giorgia Donato e Michela Luccisano sono andate vicine all’accesso ai quarti. Giuseppe D’Angelo e Andrea Modica hanno palesato netti miglioramenti rispetto alle precedenti uscite, così come si sono difese con onore Lara Scerra e Ludovica Felice Gemelli Turzi.

“Le risposte avute a Mazara del Vallo sono state complessivamente molto positive – spiega Cutugno – al di là dei lusinghieri risultati ottenuti, i ragazzi hanno dimostrato di aver acquisito un stile bello ed efficace e, soprattutto, la giusta mentalità sportiva. Le loro potenzialità sono ancora in parte inespresse ed i margini sui quali lavorare ampi. Fondamentali saranno la loro voglia di imparare nel corso delle settimane e la costanza, ma il percorso intrapreso sta dando i frutti sperati”.           

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage di Barcellona, salgono a cinque le vittime

  • Tragedia a Barcellona, esplode la fabbrica di giochi d'artificio: cinque morti e feriti gravi

  • “Se denunci ti stacco la testa e ci gioco a palla davanti ai carabinieri”, minacce e violenze nell'inchiesta per usura: altri tre indagati

  • Atm invia contestazione all'autista ripreso con il cellulare in mano, Uil: "Pronti ad assisterlo anche per violazione della privacy"

  • Brutto incidente stradale sulla Messina Palermo, uscita obbligatoria allo svincolo di San Filippo

  • Un boato che sembrava un terremoto, la testimonianza e il cordoglio: “Non si può morire di lavoro”

Torna su
MessinaToday è in caricamento