Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Elsa Fornero: “La mia riforma sulle pensioni? Un contratto fra generazioni” | VIDEO

L'ex ministro all'Università di Messina sul tema “Chi ha paura delle riforme. Illusioni, luoghi comuni e verità sulle pensioni”. Le sue ragioni in un libro

 

“Sono molto contenta ed anche un po’ emozionata nel vedere un’Aula così gremita. Oggigiorno, ritengo che, in Italia, la cosa veramente importante sia il dialogo civile. Dobbiamo liberarci dagli aspri confronti, per rafforzare la società e contrastare alcune forme dannose di populismo». Sono state le prime paole dell'ex ministro Elsa Fornero oggi nell'Aula Magna del Rettorato di Messina, sul tema “Chi ha paura delle riforme. Illusioni, luoghi comuni e verità sulle pensioni”, titolo del suo ultimo libro. La Fornero, che prima di arrivare nella città dello Stretto ha voluto rilassarsi qualche giorno nella spettacolare isola di Filicudi, ha tenuto la lectio nell’ambito delle lezioni di “Macroeconomia e Politica Economica” del corso di laurea in Management d’impresa, tenute da Ferdinando Ofria.

Per il suo arrivo a Messina  si è annunciata la protesta in piazza da parte dei sindacati Sgb e Cub che hanno scritto al rettore Salvotore Cuzzocrea una nota di dissenso sugli “effetti sociali devastanti” delle riforme varate dall'ex ministro.

Tutto è comunque filato liscio ed è stata la stessa economista a spiegare il disagio di dover intervenire su temi tanto delicati: «Ho riflettuto circa 5 anni prima di decidermi a pubblicare questo libro che, ci tengo a sottolineare, è stato fatto per parlare in modo pacato delle riforme e di pensioni. Purtroppo, il concetto di riforme è abusato, da un lato, e mal compreso, dall’altro. In merito al sistema pensionistico, evidenzio, invece, come questo sia un contratto fra generazioni. Anche questo, nel tempo, è stato mal compreso e male interpretato. Quando cambiamo le regole di questo contratto, dobbiamo pensare non solo alle generazioni di oggi, già pensionate o vicine alla pensione, ma anche a quelle future. Nel testo, cerco di raccontare, con semplicità, che cosa è una pensione, evidenziando come l’economia debba sorreggerla. Questo significa, oltretutto, che la riforma delle pensioni, dovuta anche al cambiamento demografico e del sistema economico, deve essere fatta rispettando coloro che verranno. Se penso ai giovani e al futuro, non posso immaginarli staccati dall’Europa, una grandissima e lungimirante realizzazione che ci ha fornito l’idea del welfare e del principio d’uguaglianza”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MessinaToday è in caricamento