Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Disinnesco bomba, operazione conclusa ma caos in Centro

Le operazioni di messa in sicurezza si sono concluse ma hanno provocato lunghe code tra le strade limitrofe al viale San Martino chiuso alle auto

 

Il disinnesco dell'ordigno bellico in via Santa Cecilia bassa ha provocato il caos. Automobilisti messinesi in coda tra le strade limitrofe al viale San Martino - chiuso al traffico in zona Villa Dante- come la via Catania per riuscire a raggiungere il Centro dal lato monte. Off-limits pure la via La Farina. Le operazioni sono iniziate all'alba per rendere non più pericolosa la bomba e trasferirla nella cava a Santo Stefano Briga per farla brillare. Com'era prevedibile molti conducenti poco informati si sono imbottigliati tra le limitazioni viarie. 

La viabilità per il disinnesco della bomba 

A metà mattinata si sono concluse le operazioni di disinnesco. Il quarto Genio guastatori di Palermo al cantiere di via Don Blasco, ha riportato in sicurezza l'area adesso libera dalla bomba della Seconda guerra mondiale ritrovata nei giorni scorsi. Secondo quanto informa la prefettura è stata data attuazione al Piano A che prevedeva il "despolettamento" dell'ordigno, successivamente la bomba ormai innocua è stata trasportata a Santo Stefano Briga per farla brillare. Riaperti in questi minuti i varchi ed è stato disposto il rientro a casa di circa 4000 persone come riprenderà il traffico aereo e ferroviario. Il prefetto ha ringraziato tutti gli enti e le istituzioni che hanno permesso che le operazioni si svolgessero nel miglior modo possibile. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MessinaToday è in caricamento