Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Ospedale Piemonte troppo rumoroso, i residenti esasperati vanno in Procura

L'impianto di raffreddamento dell'ospedale emette un ronzio 24 ore su 24. Dai rilievi è emersa la presenza di inquinamento acustico. La protesta di chi abita nelle vicinanze

 

Un ronzio continuo, 24 ore su 24, disturba da quasi vent'anni gli abitanti di via Piave e via Rimini. Il rumore proviene dall'impianto di raffreddamento dell'ospedale Piemonte, posto a pochi metri dalle abitazioni. E chi risiede nella zona è ormai esasperato, soprattutto perchè nessuno ha ancora risolto la questione nonostante i diversi sopralluoghi effettuati da Arpa ed esperti. Una storia iniziata nel lontano 2002 quando fu attivata la struttura, ma i disagi sono peggiorati anche a causa della mancata installazione di pannelli fono-assorbenti.

Finora si è arrivati solo ad un'unica conclusione: nella zona si è in presenza di inquinamento acustico. Il rumore prodotto dall'impianto che serve il centro sanitario subera, infatit, i decibel consentiti nei pressi di un centro abitato. Eppure quel ronzio continua ad esserci, rendendo la vita difficile a molte famiglie. C'è chi ha la sfortuna di avere la camera da letto proprio di fronte la struttura ed è impossibilitato a prendere sonno, specialmente in estate quando si tengono le finestre aperte. Altri lamentano difficoltà nel lavoro e nello studio. E sono in tanti ad aver lasciato le abitazioni di via Piave e via Rimini solo dopo alcuni mesi, ma chi invece ha acquistato casa deve continuare a fare i conti con una situazione ormai divenuta intollerabile.

I residenti si sono rivolti ad un legale e la questione finirà direttamente in Procura. Sarà il giudice a dover riesaminare il tutto e valutare gli eventuali danni subiti dalle famiglie interessate, intimando la risoluzione del problema all'ospedale "Piemonte", già a conoscenza del problema. 

Ma c'è di più. I residenti lamentano anche un possibile inquinamento atmosferico: è stata infatti segnalata la presenza nell'aria di una polvere bianca simile a neve che sembrerebbe provenire dall'impianto.  Anche in questo caso dovranno essere i tecnici a valutare l'origine e l'eventuale pericolosità della sostanza per la salute pubblica. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MessinaToday è in caricamento