rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023

VIDEO | Avvistato un esemplare di foca monaca mediterranea, la "danza" tra le acque di Stromboli e Panarea

Il video, girato dal pescatore strombolano Bartolo Oliva, è stato diffuso da Monica Blasi, di "Filicudi Wildlife Conservation"

Un evento eccezionale alle Isole Eolie, documentato nel video di Bartolo Oliva, noto pescatore strombolano, che ha suscitato grande stupore e clamore. Una foca monaca mediterranea, infatti, è stata avvistata e immortalata prima a Stromboli e poi a Panarea: "E il numero di esemplari presenti lungo le nostre coste - sottolinea Monica Blasi, di "Filicudi Wildlife Conservation" - risulta largamente sottostimato. Per questo motivo, infatti, la rete delle segnalazioni e di avvistamenti occasionali è fondamentale. Per questa specie, i mesi di settembre e ottobre coincidono con il picco del periodo riproduttivo e con la nascita dei piccoli, che vengono allattati dalle madri per circa 17 settimane, prima di entrare in acqua. L'allattamento, in genere, avviene lungo spiagge isolate, o in grotte riparate. Mentre, al di fuori di questo periodo, le foche non frequentano solo ambienti costieri, ma anche acque aperte, compiendo spostamenti di decine di chilometri, in poco tempo. E pescando a profondità anche molto elevate, anche fino a 100 metri, con apnee di anche 10 minuti".

La dottoressa Blasi, infine, torna su un tema assai ricorrente e "caro" a molti eoliani: "L'area marina protetta è l'unica vera soluzione per fermare la drastica riduzione di individui di foca monaca nel Mar Mediterraneo. E sperare di potere avere colonie riproduttive, perché no, anche in Italia. Che questo avvistamento sia il trampolino di lancio per ricominciare a parlare di area marina protetta alle Isole Eolie".

Un evento straordinario quello che si è verificato stamattina. In primo luogo, per le rare immagini che riprendono a galla la foca. E poi, in fase di immersione, dato che la foca monaca è una specie molto elusiva e spesso diffidente. Ma, soprattutto, perché la foca monaca è una delle specie più minacciate al mondo, con un numero di circa 400 individui residui, tra le isole greche, le coste della Turchia e un piccolo tratto di costa atlantica, tra il Marocco e la Mauritania, dichiarata, però, a rischio-estinzione.

Video popolari

VIDEO | Avvistato un esemplare di foca monaca mediterranea, la "danza" tra le acque di Stromboli e Panarea

MessinaToday è in caricamento