rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Animali

Gatto siberiano: origine e caratteristiche di questo magnifico felino

Si tratta di un felino originario delle regioni fredde siberiane. Ecco tutto quello che bisogna conoscere per prendersene cura

Il gatto siberiano come suggerisce il nome è originario della Siberia. Si tratta di una razza le cui origini sono da rintracciare nei gatti selvatici della taiga.

La specie è giunta fino a noi solo da pochi anni; nello specifico, il gatto siberiano deriva dall’incrocio di gatti locali con i gatti portati da alcuni coloni nella Russia Siberiana, nel corso del sedicesimo secolo.

Scopriamo tutto quello che bisogna conoscere sul gatto siberiano, per accudirlo e prendersene cura al meglio.

Origine e storia del gatto siberiano

Come detto in precedenza il gatto siberiano nasce in siberia, ed è una specie che ama il freddo. Secondo alcuni ricercatori, si tratta della prima specie a pelo lungo presente al mondo.

Questo felino è strettamente connesso con le regioni fredde della Russia, dove è considerato addirittura un simbolo della nazione; basti pensare che anche l’ex presidente Mikhail Gorbaciov possedeva un gatto siberiano.

Gatto del Bengala: caratteristiche e temperamento

Caratteristiche fisiche del gatto siberiano

Se si pensa al gatto siberiano l’immagine che viena alla mente è quella di un felino di grandi dimensioni e, soprattutto, dal pelo lungo e folto.

I maschi raggiungono circa i 7-9 kg di peso, mentre le femmine possono raggiungere dai 4 ai 6 kg.

Il manto di questi felini è idrorepellente e, soprattutto, ipoallergenico; caratteristica che lo rende perfetto come animale domestico anche per chi soffre di allergia al pelo dei gatti.

Fisicamente si presenta con occhi grandi, il cui colore varia dal blu al verde, zampe tonde, e testa proporzionata al resto del corpo.

Il manto, invece, può essere di svariate colorazioni, dal rosso tigrato al beige, fino al più intenso color cioccolato.

Carattere e temperamento del gatto siberiano

Il gatto siberiano riprende un po’ le caratteristiche tipiche dei gatti, poiché si tratta di una razza indipendente e solitaria.

Ma nonostante ciò, ama le coccole e socializzare con i suoi simili, anche se ha mantenuto nel tempo il suo istinto selvatico di felino predatore.

Tende ad affezionarsi a chi riconosce come suo punto di riferimento in famiglia, tanto da divenire un ottimo guardiano del territorio in cui vive e per questo suo aspetto ricorda molto i cani da guardia.

Questo pet è un buon animale da compagnia, perfetto anche in caso di famiglie con bambini perché è dolce e affettuoso; infatti, viene spesso utilizzato anche nei corsi di pet therapy.

Gatti di colonia: come prendersene cura

Cura e salute del gatto siberiano

Il gatto siberiano non ha bisogno di troppe e particolari cure e attenzioni.

L’unica cosa a cui non può rinunciare è di essere spazzolato spesso, anche più volte alla settimana, non solo per eliminare eventuali boli di pelo ma anche per pulire il manto dai residui di sporco e polvere.

Non soffre di molte malattie, grazie soprattutto alla sua corporatura robusta che lo protegge. Per questo, il gatto siberiano ha aspettative di vita più lunghe rispetto alle media degli altri felini, tanto che alcuni riescono a vivere anche per 15 anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gatto siberiano: origine e caratteristiche di questo magnifico felino

MessinaToday è in caricamento