rotate-mobile
Giovedì, 21 Settembre 2023
Animali

L’impatto degli esseri umani sull’ecosistema e sull’ambiente naturale

Una nuova ricerca mostra che gli esseri umani hanno un impatto molto ampio e importante sulla biodiversità rispetto ad altri grandi predatori.

Una nuova ricerca, che ha esaminato l’influenza degli esseri umani sull’ecosistema, ha mostrato che oltre un terzo di tutte le specie di vertebrati sulla Terra viene ora utilizzato dagli uomini.

Gli esseri umani hanno, quindi, un impatto molto più ampio sulla biodiversità rispetto ad altri grandi predatori, catturando fino a 300 volte più specie di prede e avendo impatti enormi sugli ecosistemi naturali.

Di conseguenza, quasi il 40% delle specie di vertebrati sfruttate sono ora minacciate dall'uso umano.

Lo studio

Pubblicato su Communications Biology, un team internazionale di scienziati di 14 istituzioni ha analizzato i dati sull'"uso" umano di 45.000 specie di vertebrati, tra cui i pesci, i mammiferi, gli uccelli, i rettili e gli anfibi più conosciuti.

Mentre altri grandi predatori uccidono quasi esclusivamente per il cibo, i "predatori umani" hanno usi molto più vari per le loro prede. Ad esempio, i ricercatori sono rimasti sorpresi nello scoprire che la cattura degli animali per il commercio di animali domestici superava di quasi il doppio gli usi alimentari.

"Gli esseri umani sono emersi come il predatore più straordinario del pianeta, facendo cose che altri predatori non fanno. Ciò include comunemente l'uccisione o la cattura per motivi diversi dal nutrirsi"

Questo è quanto ha affermato Chris Darimont dell'Università di Victoria e della Raincoast Conservation Foundation.

La nuova ricerca fornisce anche nuove informazioni sui rischi di sfruttamento eccessivo, sia dall'uccisione delle prede sia dalla loro cattura per il commercio di animali domestici.

Le specie sovrasfruttate tendono ad avere attributi diversi, come le grandi dimensioni corporee e una dieta a base vegetale, rispetto a quelle non sfruttate o sfruttate in modo sostenibile.

In effetti, i ricercatori hanno scoperto che gli esseri umani stanno minacciando un insieme di specie diverse ed ecologicamente distinte. La perdita di queste specie, e dei ruoli unici e potenzialmente insostituibili che svolgono può portare profondi cambiamenti agli ecosistemi.

Rob Cooke del Centro di ecologia e idrologia del Regno Unito ha dichiarato:

“La selezione innaturale di animali da parte dei predatori umani potrebbe portare a una serie di ripercussioni sugli ecosistemi. Dalla potenziale perdita di grandi dispersori di semi come il bucero dal casco, a megaerbivori come il rinoceronte nero, a predatori migratori come i grandi squali".

Articolo originale su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’impatto degli esseri umani sull’ecosistema e sull’ambiente naturale

MessinaToday è in caricamento