Attualità

Amenità in attesa di riaprire in sicurezza, Caminiti: “L’arte di non arrendersi in un progetto” Foto

Iniziativa lanciata lo scorso ottobre  per la riqualificazione  di alcuni fabbricati nelle zone periferiche di Messina che vive silenziosamente al Palacultura. Alcuni scatti dell'esposizione

“L’arte di non arrendersi, è sicuramente difficile ma bisogna tentare” . Questo è il messaggio che vuole dare Alex Caminiti in questo periodo segnato dall’emergenza, un invito a combattere nonostante le difficoltà che ben incarna il progetto Amenità, da lui lanciato lo scorso ottobre  per la riqualificazione  di alcuni fabbricati nelle zone periferiche di Messina insieme al vicesindaco e assessore con delega al Risanamento e Rivitalizzazione Urbana Salvatore Mondello  e al  presidente dell' Agenzia per il risanamento Messina Marcello Scurria. 

A essere coinvolti nell’iniziativa a costo zero, artisti internazionali impegnati nella realizzazione di opere esposte in tre location speciali: il Palacultura, Palazzo Zanca e Irrera 1910 – spazio contemporaneo.

“Nonostante tutto quello che sta succedendo- aggiunge l’esperto del sindaco dell’arte contemporanea - sono stato di parola il progetto Amenità è in piena attività  silenziosa al Palazzo della Cultura. Spero che dal 18 maggio quando il decreto permetterà  di fruire mostre e musei il Palazzo potrà essere visitato in sicurezza”.

Ad aderire al progetto i seguenti artisti: Gimaka Senegal, Sadif Egitto, Gas collettivo d'arte indipendente, Felipe Cardena Spagna, Baxter Regno Unito,Ma Lin Cina, Svetlana Grebeniuk Ucraina, Michele D'Avenia Italia, Bado'Italia, Roberta Dallara Italia, Fabio Carmelo D'Antoni Italia, Paitanji Maori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amenità in attesa di riaprire in sicurezza, Caminiti: “L’arte di non arrendersi in un progetto” Foto

MessinaToday è in caricamento