rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Libri

Da Barcellona Pozzo di Gotto a Stromboli, viaggio “Ameno” tra i fatti di cronaca degli ultimi anni nel nuovo libro di Luciano Catania

In uscita a dicembre la raccolta di accadimenti, considerazioni semiserie e chiose ironiche e pungenti dal 2016 ad oggi

Si intitola  "Ameno: Considerazioni semiserie ed altre amenità a commento dei fatti accaduti negli ultimi anni", il nuovo libro di Lucio Catania in uscita il prossimo 1 dicembre.

La notizia era un’indagine contro alcuni uomini per uno stupro a Firenze. Il fatto provocò grande indignazione ed il popolo dei social si scagliò contro gli indagati, invocando addirittura pene corporali. Il commento è stato “Sentenza definitiva, si è pronunciata la Suprema Corte di castrazione”. Il libro è una raccolta dal 2016 ad oggi, di accadimenti, considerazioni semiserie e chiose ironiche e pungenti, su fatti di cronaca riportati dalla stampa nazionale ed internazionale ma anche il racconto di divertenti episodi avvenuti nei paesi dove l’autore ha vissuto o lavorato come segretario comunale. Il titolo “Ameno” è un invito ad una lettura piacevole ed allegra. Compaiono, quindi, i rappresentanti politici ed i personaggi della scena italiana e mondiale ma anche anonimi personaggi locali, amici, conoscenti e parenti, e ci sono i riferimenti, palesi o nascosti, a Barcellona Pozzo di Gotto, Milazzo, Mistretta, San Filippo del Mela, Stromboli, Taormina, Catania, Enna, Messina, Palermo, Siracusa e tanti altri comuni siciliani. Si tratta, però, di un libro di respiro nazionale, perché l’autore è nato a Mistretta, ha studiato a Palermo, vive a Messina, lavora ad Enna, si chiama Catania ma in fondo, molto in fondo, si sente padano.

L'autore

Lucio (alias Luciano) Catania, segretario generale degli Enti locali (attualmente in servizio presso il comune di Enna), con il gusto della battuta e dell’ironia. Vicepresidente di sezione della Corte di Giustizia Tributaria di primo grado di Messina e presidente dell’organismo straordinario di liquidazione di Taormina. È autore di numerose pubblicazioni in materia di ordinamento e di fiscalità degli Enti locali. E’ stato relatore in corsi e convegni organizzati da Comuni, Anci, Ifel, FormezPA, Accademia delle autonomie, Ordini dei Commercialisti, Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria, Associazione Magistrati Tributari ed altre organizzazioni pubbliche e private. Scrive per quotidiani e periodici, anche on line, specializzati nell’ordinamento delle Autonomie locali.  E’ direttore scientifico de “Il Bollettino della Regione Sicilia” de IlSole24Ore. “Ameno” è il suo primo libro non in materia tributaria. Nella sua vita alcune grandi passioni: il Milan, il rock progressivo, il tennis, il cinema ed il teatro. Il suo sogno nel cassetto: scrivere i testi comici per un attore di cinema che recita in teatro, con musiche della P.F.M, mentre tra il pubblico, ad applaudire, ci sono Paolo Maldini, Franco Baresi, Marco Van Basten, Gennaro Gattuso, Roberto Donadoni, Adriano Panatta, Paolo Bertolucci e Corrado Barazzutti (se vuole venire, anche Tonino Zugarelli).

Un libro senza... controindicazioni

ameno"Ogni volta che usciva un mio libro sui tributi locali, gli amici mi chiedevano perché non scrivessi un libro dai toni umoristici.  Non ho capito se gli facevano schifo i miei libri di fiscalità locale o apprezzavano le mie battute sui social. Spero nella seconda ipotesi, perché i libri sui tributi sono frutto di studio, approfondimento, analisi, impegno. Mentre le battute escono fuori da sole, quasi a mia insaputa. Questa è una raccolta, ordinata cronologicamente, di alcuni dei commenti che pubblico sui social, su fatti di cronaca accaduti nelle città in cui ho lavorato, dove ho vissuto ma anche in Italia e nel Mondo e che Hennaion ha avuto la volontà ed il coraggio di pubblicare. È un libro perfetto per essere letto a mare, sotto l’ombrellone. Peccato che la stagione balneare sia ormai finita e tenere l’ombrellone aperto dentro casa, vicino il camino, è pericoloso, oltre che portare male. È un libro ideale per essere posto come regalo sotto l’albero. Peccato che Natale è ancora un po’ lontano e mettere il libro sotto un acero o un pero non ha molto senso. Questo volume può costituire il cadeau ideale per chi è nato nel mese in cui esce. Peccato che ricerche degli enti di statistica portino a ritenere che in un mese nasca mediamente solo un dodicesimo della popolazione. È un libro perfetto per la lettura in bagno, seduta non legata a fatti contingenti ma estesa a tutto l’anno e consueta ad ognuno. Una lettura non impegnativa, che può interessare uno o pochi post al giorno. Peccato che la concentrazione oggi si sia spostata sugli apparecchi mobili, soppiantando la lettura di giornali e libri e, soprattutto, definirlo un “libro da cesso” è brutto. Allora possiamo dire che si tratta di un libro da leggere dove, quando e come si ritiene, per uso strettamente personale o per regalarlo ad amici, conoscenti e parenti. Si può leggere dalla prima all’ultima pagina, a saltare, dall’ultima alla prima. 
Non ha controindicazioni, non espone a contagi, non ha effetti collaterali indesiderati. Non è necessario l’uso della mascherina, è possibile una lettura di gruppo, purché si evitino gli assembramenti. Sarebbe sicuramente triste se, alla fine della lettura, gli stessi amici di prima mi invitassero a scrivere esclusivamente di tributi locali. Ciascun post è legato ad una notizia ed il libro offre una visione divertita e spero divertente di episodi che hanno caratterizzato la mia e la vostra vita. Considerato che sono pur sempre un segretario comunale, un burocrate, un travet, un mezzemaniche ed un succhiainchiostro, penso che questo sia un libro davvero insolitamente ameno", scrive l'autore nelle note di lettura del libro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Barcellona Pozzo di Gotto a Stromboli, viaggio “Ameno” tra i fatti di cronaca degli ultimi anni nel nuovo libro di Luciano Catania

MessinaToday è in caricamento