rotate-mobile
Attualità

Auto e pneumatici: vacanze, non troppo, sicure

Presentati oggi a Roma i risultati della diciassettesima edizione dell’indagine di Polstrada e Assogomme. In Sicilia sono stati 2884 i controlli

Due anni di pandemia, recessione economica e guerra hanno fatto registrare un segno fortemente negativo sul ricambio degli pneumatici delle auto in Italia. A dirlo è l’indagine condotta dalla Polstrada che hanno verificato verificare lo stato delle gomme delle automobili e le loro possibili avarie ed irregolarità ovverossia la corretta omologazione, la corrispondenza dei parametri dimensionali e prestazionali riportati in carta di circolazione, l’eventuale presenza di tagli e/o danneggiamenti visibili ad occhio nudo. L’indagine “Vacanze Sicure”, condotta in collaborazione con Assogomma, su quasi 13.500 vetture in questi ultimi mesi, ha portato in Sicilia a 2884 controlli.

I dati elaborati sul modello del Politecnico di Torino sono sconfortanti ed in linea generale, si può dire che siano mediamente i peggiori di sempre.

In Italia risultano immatricolate quasi 40 milioni di vetture con un’età media di 12 anni e 3 mesi, ma sono quasi il 60% quelle con oltre 10 anni di età e purtroppo queste percentuali sono in continuo peggioramento. L’età media del campione di vetture controllate è più giovane della media nazionale e si attesta a 9 anni e 10 mesi, quindi dovrebbe mostrare una migliore condizione. 

I dati dell’indagine, confermano che con l’aumentare dell’età dei veicoli crescono anche le mancate revisioni, i danneggiamenti dei pneumatici sulle spalle e le disomogeneità per asse: vale a dire che più è vecchio un veicolo quanto maggiore sono queste sue non conformità. I pneumatici lisci invece sono una costante che si attesta mediamente al 9% per tutte le età dei veicoli controllati. Di seguito i dati suddivisi per provincia.

Schermata 2022-07-14 alle 19.04.43-2

In Sicilia i veicoli con meno di dieci anni presentano problemi ai pneumatici (ivi compresa la mancata revisione) in un controllo su quattro (il 25% del campione). Per i veicoli con oltre dieci anni di anzianità la percentuale sale a circa il 40% del campione, cioè due auto su cinque.

Ciò evidenzia che negli ultimi anni gli automobilisti non solo non hanno sostituito la loro automobile, come dimostrano i dati di vendita in forte riduzione con il conseguente invecchiamento del parco circolante, ma non hanno nemmeno provveduto alla manutenzione.

Le non conformità relative ai soli pneumatici sono aumentate sensibilmente.  Dal 2011 ad oggi sono stati controllati nell’ambito della Campagna Vacanze Sicure quasi 100.000 veicoli. A fronte di 1 veicolo con pneumatici non conformi nel 2011 oggi ce ne sono 3,5.

Schermata 2022-07-14 alle 19.04.43-3

I veicoli con equipaggiamento non omogeneo sono quasi il 5% del campione. Si tratta di quelle automobili che montano pneumatici di marche o modelli diversi sullo stesso asse oppure sono equipaggiate con due pneumatici invernali sull’asse trattivo e due estivi al posteriore, il cosiddetto «equipaggiamento misto». Nel primo caso si tratta di un equipaggiamento vietato, nel secondo caso il montaggio è consentito per legge ma vivamente sconsigliato tecnicamente per ovvie ragioni di diverso comportamento del pneumatico al suolo. Queste disomogeneità sono equamente distribuite ovverossia rappresentano rispettivamente circa il 2,5% del campione.

Schermata 2022-07-14 alle 19.06.46-2

I danneggiamenti visibili ad occhio nudo sono presenti nel 5,4% del campione complessivo con quasi il raddoppio dell’analoga non conformità rilevata negli anni precedenti nei medesimi territori. Si tratta di ernie o tagli profondi che possono essere l’anticamera di un cedimento strutturale del pneumatico, ovverossia lo scoppio. Questa casistica è da attenzionare soprattutto in estate quando le temperature esterne sono particolarmente elevate, il manto stradale è rovente e le vetture sono gravate di un carico di passeggeri e bagagli.

Schermata 2022-07-14 alle 19.09.03-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto e pneumatici: vacanze, non troppo, sicure

MessinaToday è in caricamento