Il ritorno dell'autocertificazione, come scaricare il modulo per poter circolare

Il Ministero dell’Interno lo ha emesso lo scorso ottobre. Il foglio, compilato in ogni sua parte, dovrà essere consegnato agli agenti al momento di un eventuale controllo

Entra il vigore il nuovo Dpcm e ritorna il modulo di autocertificazione per gli spostamenti. Il Ministero dell’Interno ha infatti emesso lo scorso ottobre il modello (non esiste ancora quello fatto post decreto del 4 novembre). Il foglio, compilato in ogni sua parte, dovrà essere consegnato agli agenti al momento di un eventuale controllo.

Scarica qui il nuovo modello di autodichiarazione

Il Dpcm firmato dal premier Conte per limitare il diffondersi del Coronavirus e dunque i contagi, prevede una divisione dell'Italia in tre zone di colore in base al rischio contagio. La Sicilia è "zona arancione", insieme alla Puglia. Questo significa che il rischio di contagio è medio-alto. L’autocertificazione servirà indistintamente nelle tre zone di colore (gialla, arancione e rossa) per spostarsi dopo il coprifuoco che scatta in tutta Italia, dunque anche in Sicilia, a partire dalle ore 22 di venerdì 6 novembre e valide fino al prossimo 3 dicembre 2020 sull'intero territorio nazionale. 

Si tratta di un modello standard - che avranno a disposizione tutte le pattuglie delle forze di polizia - dove i cittadini dovranno indicare i motivi dello spostamento (comprovate esigenze lavorative, motivi di salute, necessità d'urgenza e altri motivi ammessi dalle vigenti normative). I controlli verranno fatti a campione e chi non riuscirà a dimostrare il motivo indicato nell'autocertificazione verrà denunciato. 

Il nuovo decreto

Il decreto (qui in versione integrale) sostituisce quello precedente del 24 ottobre e contiene disposizioni molto più severe per cercare di contenere i contagi da Coronavirus. Ecco perché sono state individuate delle zone di colore, in relazione al rischio di contagio. Ogni regione, in base al colore (rosso, arancione o giallo) ha differenti divieti via via più severi. Non esistono zone "verdi", a basso rischio contagio. 

la mappa delle regioni rosse gialle arancioni-2-2

Quando serve l'autocertificazione nella zona arancione

In Sicilia, zona arancione, l'autocertificazione servirà per spostarsi dopo il coprifuoco che scatta per tutti a partire dalle ore 22. Se lo spostamento è legato a un'urgenza non si deve indicare il nominativo della persona da cui si va per motivi di privacy. Il modulo servirà inoltre per spostarsi da un comune all'altro dell'isola (cosa vietata dal nuovo Dpcm) solo se sussistono "comprovate esigenze lavorative, motivi di salute e altri motivi ammessi dalle vigenti normative". Il dichiarante deve anche specificare il motivo che determina lo spostamento, l'indirizzo da cui è iniziato e quello di destinazione. 

Qualche esempio: è possibile raggiungere un altro comune se il quel dato comune è presente la sede di lavoro o l'indirizzo della scuola d'infanzia, elementare o la prima media del figlio. E' possibile spostarsi, modello di autocertificazione alla mano, anche se è necessario fare una visita medica in un altro comune o se lo spostamento è dettato da una situazione d'urgenza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donne contro le donne, esplode il caso delle vignette "scandalose" di Lelio Bonaccorso

  • Covid, è morto il sindacalista Santino Paladino

  • Stroncato da un malore mentre consegna la frutta a un cliente, muore il titolare di una azienda

  • Coronavirus, due i casi a Messina con la sindrome di Kawasaki

  • Messa della vigilia di Natale alle 20, cenoni e tombolate con parenti "ristretti": prime anticipazioni sul Dpcm delle feste

  • Stop al coprifuoco per i negozi e riapertura delle scuole, passa in consiglio la mozione contro l'ordinanza di De Luca

Torna su
MessinaToday è in caricamento