Attualità

Giornata nazionale del cane guida, eccellenza Helen Keller

L'attività del centro e la convenzione con il dipartimento di Scienze veterinarie dell'Università al centro degli incontri di sensibilizzazione sulla necessità di potenziare le scuole di addestramento

Sono in corso, infatti, in tutta Italia le celebrazioni per la XIV Giornata nazionale del cane guida, promossa dall’Unione italiana ciechi e ipovedenti (Uici), sotto lo slogan 'La tua zampa, la mia mano... la nostra storia'. Una grande iniziativa di sensibilizzazione per instaurare un dialogo permanente con tutti i cittadini e con le pubbliche amministrazioni e riaffermare l’utilità dei cani guida per ciechi e la necessità di potenziare le scuole di addestramento, in un incontro di gioia e condivisione tra cani, conduttori e cittadini.

L'appuntamento a Messina si è svolto nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze veterinarie dell’Università, organizzato e moderato da Linda Legname, presidente del Centro Helen Keller, e da Biagina Chiofalo, Ordinario di Nutrizione e Alimentazione Animale del Dipartimento di scienze, ha visto la partecipazione di oltre 350 persone tra Autorità, presidenti delle sezioni e Istituti per ciechi d’Italia, docenti e studenti.

I lavori sono stati aperti dalla prof Chiofalo che ha fatto un breve excursus delle numerose attività che da molti anni impegnano la comunità del dipartimento di Scienze Veterinarie a sostegno del Centro Helen Keller, un impegno che ha portato alla stipula di una convenzione tra l’Università di Messina in nome e per conto del dipartimento di Scienze Veterinarie e il centro Helen Keller.  

Il direttore del Dipartimento di Scienze Veterinarie Giuseppe Piccione ha portato il saluto del Dipartimento sottolineando le iniziative che il dipartimento ha messo in atto e che sta portando avanti per il Centro Helen Keller.

Il presidente dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, Mario Barbuto, ha ringraziato il dipartimento per l’assistenza medica specialistica ai cani guida di proprietà del centro e per il supporto costante delle professionalità che operano all’interno del dipartimento mentre Fabrizio La Rocca, ha portato il saluto dell’assessore Regionale alla famiglia, Antonio Schiavone. L’iniziativa è stata caratterizzata dalla proiezione del video sulle attività del Centro e dalle testimonianze di puppy walker, tra cui studenti del CdL in Medicina Veterinaria e famiglie, di destinatari dei cani guida e degli istruttori del Centro H. Keller. 

La XIV Giornata nazionale del cane guida intende anche ricordare il Diritto all’accesso libero dei cani guida per ciechi come sancito dalla legge numero 37 del 1974, integrata e modificata dalle leggi numero 376/1988 e numero 60 del 2006. Queste disposizioni consentono al non vedente di entrare in tutti i luoghi aperti al pubblico e di salire sui mezzi di trasporto, senza costi aggiuntivi o limitazioni, fatto salvo l’obbligo della museruola.

Un cane guida per ciechi, generalmente un labrador o un golden retriver, è sottoposto a un delicato periodo di addestramento della durata minima di 6 mesi. Il primo step è l’affidamento a una famiglia che gli insegna le regole fondamentali di comportamento prima del percorso vero e proprio di educazione con personale personalizzato. L’addestramento ha costi molto elevati, quantificabili in diverse migliaia di euro per singolo cane. L’Italia vanta un patrimonio di competenze di grande valore sia per i non vedenti che per le loro famiglie, ma il numero dei cani addestrati ogni anno è del tutto insufficiente. Ci sono infatti solo 5 strutture abilitate alla formazione (oltre alla Helen Keller di Messina e a quella di Scandicci in provincia di Firenze, Limbiate in provincia di Milano, Selvazzano in Provincia di Padova, Campagnano in Provincia di Roma) che possono esistere solo grazie all’aiuto di fondi regionali o al sostegno di enti benefici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata nazionale del cane guida, eccellenza Helen Keller

MessinaToday è in caricamento