rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022

VIDEO | Da un gruppo social alle mostre collettive, quando le immagini e i colori diventano i riflessi dell'anima

Viaggio nell'esposizione del Club fotografico Iperfocale a Milazzo. Da un'idea di Pier Angelo Contessa nasce la realtà virtuale che incontra l'arte del territorio

Una comunità virtuale che grazie alla forza di condivisione dell'arte diventa una realtà che valorizza il terriitorio attraverso illustrazione e fotografia. Tutto questo è il Club fotografico Iperfocale, gruppo Facebook nato nel 2018 dall'intraprendenza di Pier Angelo Contessa, bresciano di nascita ma messinese di adozione che giunto a Messina ha deciso di scommettere sull'arte nelle sue diverse sfaccettature: "Ho voluto creare un luogo online in cui scambiarsi- afferma il medico nella vita e artista per passione- emozioni attraverso le arti figurative. All'inizio eravamo 3 o 4 persone oggi siamo 480 membri tra messinesi, siciliani e persone di fuori. Non siamo un club vero e proprio ma una comunità il cui intento è dare voce a chi ama l'arte, indistintamente, per consentire di dare spazio a tutti e soprattutto a quelli che non si sentono all'altezza, per permettere a chiunque di esprimersi mediante fotografia e arti figurative".

Uno spazio interattivo che nasce sui social ma che negli anni si è trasferito in spazi fisici in cui gli utenti possono incontrarsi e confrontarsi: "A stimolare le nostre iniziative è quella voglia di esprimere i sentimenti che vivono nelle nostre creazioni. Da qui la necessità di organizzare delle collettive in cui tutti siamo allo stesso livello per lasciare parlare i colori, le immagini e i sentimenti". Su questo filone si inserisce la mostra "Colori ed emozioni: foto, disegni e sentimenti del Club fotografico iperfocale". In esposizione opere di una trentina di artisti oltre alle creature di Laura Marchese pittrice milazzese, Francesca Baudo illustratrice ficarrese e Diane Boast disegnatrice di origini londinesi, in allestimento fino a domenica 7 agosto al Palazzo D'Amico di Milazzo.

Un viaggio che comincia con gli acquerelli di Laura Marchese e prosegue con dieci cuori anatomici dell'illustratrice  Francesca Baudo attraverso un percorso evolutivo fatto di decorazioni floreali: "Perchè non c’è cosa più forte di un cuore che, dopo essersi perso, vuole ancora palpitare nel suo petto fiorito", come scrive l'artista. Ad esporre anche Diane Boast, designer a tutto tondo che dipinge su tela e realizza anche opere artigianali:"L'ispirazione per me arriva quando meno me lo aspetto, a volte possono passare giorni senza alcuna idea. Questo è il momento in cui trascorro le mie ore a creare e realizzare carte regalo in cartapesta fatte a mano, vasi e bottiglie decorati o gioielli in argilla e ceramica", aggiunge.

"Il motore che spinge ognuno di noi-conclude Contessa- è la passione, per noi l'arte deve essere fine a se stessa e il nostro gruppo vuole essere una nuvola di felicità sui social, aperta a chiunque voglia mettersi in gioco". La mostra del Club fotografico Iperfocale intanto diventa itinerante, dopo Milazzo dal 18 al 31 agosto si trasferirà a Spadafona. Spazio anche alla Notte d'Arte di Messina.

Si parla di

Video popolari

VIDEO | Da un gruppo social alle mostre collettive, quando le immagini e i colori diventano i riflessi dell'anima

MessinaToday è in caricamento