rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Attualità

Comitato tecnico scientifico per l’Educazione Civica, il prof D'Amico fra gli esperti del ministero

Il docenti di Diritto Costituzionale farà parte del board con compiti di consulenza e supporto: “Spero di essere all'altezza del compito che mi attende e di poter contribuire a migliorare un formidabile strumento di crescita culturale e sociale”

Il professore Giacomo D’Amico, ordinario di Diritto Costituzionale presso l’Università di Messina, farà parte degli esperti nominati dal Ministero dell’Istruzione del Comitato tecnico scientifico per l’Educazione Civica.

Il prof. D’Amico commenta così il nuovo e prestigioso incarico: “Non posso che esprimere il mio più vivo ringraziamento nei confronti del Ministro Bianchi e della sottosegretaria Floridia per avermi coinvolto in questo progetto e di far parte del board di esperti istituito presso il Ministero dell'Istruzione, con compiti di consulenza e supporto sull’insegnamento dell’educazione civica. Sono onorato di far parte di questo collegio di consulenti scientifici e felice di rappresentare, nel mio piccolo, un territorio e una Università, come quella di Messina, tradizionalmente attenta alle problematiche della formazione dei docenti e degli studenti. Spero di essere all'altezza del compito che mi attende e di poter contribuire a migliorare un formidabile strumento di crescita culturale e sociale qual è l'insegnamento dell'educazione civica”. 

La sottosegretaria Barbara Floridia, che ha la delega in questa materia, dichiara: “Il rinnovo del Comitato tecnico scientifico è un momento molto importante e delicato. Sono molto contenta che, tra le figure di alto profilo scelte, sia stato preso in considerazione il prof. Giacomo D’Amico perché ritengo che sia una eccellenza del nostro territorio, che potrà dare il suo prezioso contributo per quella che è una disciplina essenziale per la crescita degli studenti e delle studentesse. 

L’educazione civica è una materia fondamentale per maturare una cittadinanza attiva e responsabile. È l’obiettivo primario che mi sono data come Sottosegretaria all’Istruzione perché ritengo che sia un momento storico significativo per il nostro Paese, anche a causa della pandemia, ed è molto importante aiutare le giovani generazioni a comprendere la complessità della cittadinanza. Bisogna puntare tutto su nuovi e rinnovati modelli educativi ed abitativi”, conclude la Sottosegretaria messinese. 

Gli altri membri che fanno parte del Comitato sono: Alessandro Pajno (presidente emerito del Consiglio di Stato), Francesco Bilancia (professore ordinario di diritto pubblico presso l’Università di Chieti - Pescara), Federico Maria Butera (professore emerito presso il Politecnico di Milano), Adriano Fabris (professore ordinario di filosofia morale presso l’Università di Pisa), Bernardo Mattarella (professore ordinario di diritto amministrativo presso Luiss Guido Carli di Roma), Anna Maria Nico (professore ordinario di diritto pubblico presso l’Università di Bari).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comitato tecnico scientifico per l’Educazione Civica, il prof D'Amico fra gli esperti del ministero

MessinaToday è in caricamento