Commerciante messinese dona 1000 euro alla famiglia Chillè, Paolo è in terapia in California

Grande gesto di solidarietà di un noto imprenditore che ha voluto offrire in beneficenza la somma per le costose cure in America del ragazzo affetto da sarcoma. L'uomo ha voluto ringraziare i clienti che gli hanno permesso di sostenere la raccolta fondi

Paolo Chillè in cura al Centro oncologico di Santa Monica, in California

La solidarietà per Paolo Chillè, il ragazzo affetto da sarcoma fibromixoide e ricoverato al Centro oncologico di Santa Monica in California, non si ferma. Anzi. Un noto commerciante di Messina, che vuole restare anonimo, ha voluto donare 1000 euro alla famiglia che si trova al Sarcoma Oncology Center per sottoporsi a cure costose.

La beneficenza è stata resa possibile grazie all’intermediazione dell’avvocato Silvana Paratore, legale nota per il suo impegno nel volontariato sociale che ha supportato in questi mesi, con autentico spirito solidale,  la famiglia Chillè anche nella risoluzione delle questioni burocratiche relative alla partenza per gli Stati Uniti.  Il commerciante che di amore per il prossimo ha dimostrato di averne tanto, e ha, all’atto del bonifico corrisposto due giorni fa, espresso un sentito ringraziamento per tutti coloro, clienti compresi, che gli hanno dato l’opportunità di donare questo gesto d’amore. A dicembre sono previste nuove iniziative di solidarietà per aiutare economicamente il ragazzo, Paolo sta proseguendo in California la terapia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente tra auto e moto, ragazzino falciato sul marciapiede

  • Incidente in autostrada, tir travolge auto: ferite due donne

  • Il calvario di Gianluca Trimarchi sta per finire, tra due mesi previsto il ritorno a Roccalumera

  • Cede un tombino in via Dei Mille, 57enne sprofonda per cinque metri

  • Sorpresi a fare sesso in piazza Repubblica: multa e daspo per una coppia focosa

  • Incidente sul lavoro a Lipari, operaio colpito da un gancio in pieno volto: è in gravi condizioni

Torna su
MessinaToday è in caricamento