Attualità

Consiglio nazionale degli studenti universitari, dopo 31 anni eletta una messinese: è Alessandra Rundo

La studentessa di Sant'Agata Militello rappresenterà il Meridione. L'ultimo con questo ruolo è stato Pietro Navarra poi diventato rettore

Alessandra Rundo, studentessa di Giurisprudenza di Sant'Agata di Militello è l'eletta dell’ateneo di Messina che rappresenterà il Meridione Universitario nel Consiglio nazionale degli studenti universitari che si è insediato ieri.

Mancava dal 1988 al Cnsu uno studente della provincia di Messina, Pietro Navarra, poi diventato rettore. 

A distanza di 31 anni, all’interno della lista Azione Universitaria, la giovane, iscritta a Diventerà Bellissima, ha ottenuto 4500 preferenze diventando la più giovane consigliera nazionale e la terza più votata d’Italia.

A sostenerla anche e soprattutto ragazzi dell’associazione Morgana coordinata da Francesco Armone e presediuta da Giuseppe Domenico Di Giorgio, di cui fa parte la Rundo e che è risultato il gruppo più votato dell’Ateneo alle elezioni universitarie di scorso Maggio ma soprattutto grazie all'intesa delle due coalizioni presenti in campo, Orum e Maestrale che sostenendo trasversalmente la candidatura hanno espresso forte volontà di esprimere una rappresentanza Messinese all’interno del Consiglio nazionale, superando la competizione all'interno dell'Ateneo. 

Un risultato figlio dell'impegno delle comunità accademiche che hanno supportato la campagna elettorale di Alessandra Rundo di Catanzaro, Cosenza, Foggia e Reggio Calabria e dell'impegno in Sicilia di Diventerà Bellissima in particolare nelle figure del presidente della IV Circoscrizione di Messina, Alberto De Luca e del deputato Pino Galluzzo.

“La campagna elettorale affrontata è stata intensa e produttiva - ha detto la giovane consigliera ci siamo proposti per quello che siamo, dimostrando ai ragazzi la passione e il senso di abnegazione per quello che facciamo.  Il mio piú grande ringraziamento va a tutti gli studenti che hanno riposto in me la loro fiducia, alle comunità dell'Ateneo di Messina e del Sud Italia e alle persone di Alberto De Luca, Giuseppe Di Giorgio e Francesco Armone che mi hanno consegnato una responsabilità così grande.  Sono onorata e fiera di questa vittoria che, grazie al sostegno di tutti gruppi presenti in questa tornata elettorale, rappresenta la forte volontà degli studenti Messinesi e del Meridione di far sentire la loro voce all’interno di un organo cosí importante che dal tema della laurea abilitante in medicina fino all'abolizione della figura dell'idoneo non beneficiario potrà contribuire realmente a determinare il futuro degli studenti universitari italiani".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio nazionale degli studenti universitari, dopo 31 anni eletta una messinese: è Alessandra Rundo

MessinaToday è in caricamento